Essere respinti e Ossessione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Essere respinti e Ossessione

Messaggio Da admin il Dom 12 Ago - 19:40

Nel libro "
Obsessive love"
(http://www.webster.it/c_power_search.ph ... earch_top=) Susan Forward asserisce che l'ossessione venga alimentata dall'essere respinti.

Noi entriamo in ossessione su ciò che non ci appartiene. E nel momento in cui possediamo qualcosa (o pensiamo di possedere qualcosa) e poi ci viene portato via , il nostro dolore raddoppia. Questo è “pensiero infantile”.

I bambini pensano di poter possedere i giocattoli e che i giocattoli siano loro PER SEMPRE. Se glielo togliamo dalle mani cosa fa il bambino? Whaaaaaa! Mio! Mio! Mio!

Io direi di ripensare cosa davvero significa “respingere”. In natura quando qualcosa viene respinto, è perché non era qualcosa con cui si stava bene o c’era qualcosa di sbagliato. Il respingere è il modo che la Natura ha di mantenersi pulita e prendersi cura di se stessa. Potreste pensare che questo paragone sia sgradevole, ma pensate ad un aborto spontaneo. E’ la maniera che ha il corpo di respingere una vita umana che probabilmente non era sufficientemente forte da sopravvivere.

Respingersi tra persone è più o meno la stessa cosa. Tu respingi gli altri perché senti che la relazione non funzionerà. Una persona , a sua volta, ti respinge perché sente che la relazione non può funzionare Il respingersi è un atto neutrale. Non è negativo. Non è “PERSONALE”.
Noi la prendiamo così sul personale perché siamo intrappolati nei nostri ego e nel nostro disperato bisogno di essere riconosciuti e convalidati dagli altri.
Ma se riesci a rimuovere da te il tuo bisogno di ricevere convalide, di essere riconosciuto ed apprezzato e vedi che l’essere respinti è un fenomeno naturale e neutrale, questo ti aiuta.

Inoltre dobbiamo affrontare il fatto che non tutti nel mondo ci amano. Come? Come può essere? Ma è vero. Credete che potreste innamorarvi di ogni essere umano su questo pianeta? No, sarebbe ridicolo. Quindi, respingere l’altro è un modo che abbiamo per sollevarci dal peso di dover, per assurdo, innamorarci di chiunque. Possiamo così essere più selettivi. Non è un fatto personale. E’ solo che alcune persone si combinano meglio di altre tra loro.
Pensate allargando le vostre vedute. Noi troppo spesso prendiamo l’essere respinti come un fatto personale. Non lo è. E troppo spesso pensiamo che sia un avvenimento negativo in natura. Non lo è. E’ un dono. Quando vieni respinto ti apri ad altre, più appropriate possibilità.

Quando insisti su qualcuno che ti sta respingendo, tu non permetti alla Natura di fare il suo corso ed esprimere la sua magia.
Infine, dobbiamo smetterla di pensare in termini di possesso.
Quando amiamo qualcuno ed è nella nostra vita, tendiamo a pensare che ci “appartengano”.Che li possediamo, che sono stati messi su questo pianeta per il nostro personale benessere. NON E’ COSI’. E non possediamo nulla. Niente è nostro. Nemmeno i nostri figli. Loro ci sono stati dati ma dobbiamo renderli. Niente dura. Tutto cambia. Dobbiamo impararlo e dobbiamo imparare a rinunciare, a lasciar andare. Quando cominciate a vedere le persone come “doni” da godere ma che possono venire ed andare a loro piacimento, questo modo di pensare vi aiuterà a smorzare la percezione che certe persone siano nostre per sempre. Non lo sono.
Spero che questo aiuti.

Da un post di LovelyJune nel sito “Love Addicts Anonymous”

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Essere respinti e Ossessione

Messaggio Da penelope il Dom 12 Ago - 22:51

grazie Luce, questo post è stupendo e illuminante, ci sei davvero preziosa..ti sono grata per il lavoro che stai facendo..ti abbraccio

penelope

Messaggi : 172
Data d'iscrizione : 06.06.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Essere respinti e Ossessione

Messaggio Da admin il Dom 12 Ago - 23:16

Per me è un piacere, Penelope, grazie a tutti voi. <img src=" title="Smile" />


Luce

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Essere respinti e Ossessione

Messaggio Da Lilith il Lun 13 Ago - 22:31

Coazione a ripetere.
Papà non ci ha amate "
come dovevamo"
, ci siamo sentite respinte ed ora cerchiamo di risolvere quella originaria ferita attuando la coazione a ripetere.
Freud aveva già capito moltissimo.

Essere respinte e la conseguente sfida che ci poniamo a conquistare chi non ci vuole.
Altra coazione.

La sfida, il gioco che diventa doloroso e distruttivo....
Quando smettiamo?.

Essere consapevoli non basta.
Capire con la mente non basta.
La psicanalisi è uno strumento incredibile ma non basta.

Il tempo, la consapevolezza, le varie abreazioni, pregare, perchè no l'omeopatia che va a colmare e guarire i nostri punti "
minus"
.
Tutto fa brodo.

Sperimentare altro, avere il coraggio di aprirsi al nuovo, a quegli amori che noi vediamo come banali, noiosi, già capiti..uomini normali...avendo la errata corrige che la normalità è noia, che cos'è poi la normalità?...

Quando le prime che si respingono siamo noi nei soli nostri confronti, chiedendo al PoA "
amami perchè io non ci riesco da sola"
.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Essere respinti e Ossessione

Messaggio Da erykah il Gio 7 Feb - 2:55

Ciao a tutti, ieri sono capitata "
per caso"
in questo forum. Non posso descrivervi quanto mi abbia cambiato la visione del tutto.
Da 11 anni sono in una relazione di dipendenza reciproca, ma non sapevo, non mi rendevo conto che di dipendenza si trattasse!
Il solo fatto di aver preso coscienza che tutti i miei comportamenti, sentimenti, emozioni hanno un nome, che altri provano e sentono allo stesso modo, che anch'io ho avuto un padre emotivamente assente, e questo ha delle conseguenze, mi hanno fatto sentire di nuovo padrona della mia vita.
Era una sensazione che non sentivo più, ero totalmente in balia della mia relazione, tanto da non riuscire più a sentirmi viva, se lui non era nella mia vita.
Questo aspetto dell'essere respinti e dell'ossessione poi, sono quelli che riconosco e che mi tormentano di più, e i pensieri che sto leggendo nel forum mi fanno comprendere sempre meglio con cosa ho a che fare.
sono appena all'inizio del mio cammino, e ho voglia di guarire da questa dipendenza, anche se ancora non so bene come fare...ho avuto, grazie a voi, questa specie di illuminazione improvvisa, e devo ancora capire che cosa farne.
Per ora, l'emozione che mi pervade è quella di liberazione di un peso, di essere finalmente certa che da questo meccanismo posso uscirne.
Prima mi sentivo destinata a un amore infelice! Non capivo perchè io e lui fossimo legati l'uno all'altra in questo modo, era un'emozione che mi soffocava. Ora ho capito che un motivo c'è, e prenderne coscienza, riconoscermi qui, mi fa sentire libera.
Sopra ogni cosa, questa sensazione di libertà nasce dal non sentire più rabbia e odio nei confronti di lui, dall'aver compreso che io ho un problema e che non è colpa mia! e anche lui ha un problema, e non è colpa sua!
Questo ha fatto crollare in me l'Ossessione di volerlo conquistare, di riuscire a tutti i costi a essere amata da lui;
mi sento libera dall'umiliazione che provavo nell' "
Essere respinta"
perchè lui è problematico come me! Non mi sento più schiacciata dal "
non mi ama/non mi vuole"
o dal "
non sono abbastanza"
.
Ecco, questo per me è straordinario!
Una cosa però mi sto chiedendo: io e lui siamo dipendenti l'uno dall'altra. Io sono determinata a risolvere questo mio problema, ora che ho capito di cosa si tratta. Ma lui è lontano da questa consapevolezza, e so che tornerà a cercarmi, come fa da 11 anni, ripetendo lo stesso meccanismo di sempre. Come devo reagire con lui? Cosa prevede il progetto di recupero??
So già che non mi lascerà in pace se lo ignoro, e una parte di me vorrebbe che lui capisse quello che ho capito io, ovvero che siamo malati e che il nostro NON è amore.
So quanto soffre, so quanto si senta senza speranza... vorrei aiutarlo a liberarsi della sua dipendenza, ma non voglio impantanarmi di nuovo in questo amore folle, sono solo all'inizio, ho solo aperto gli occhi, non mi sento tanto forte da avere contatti con lui senza conseguenze dolorose per me stessa... qualcuno sa dirmi come potrei comportarmi?
Mi scuso per essermi dilungata tanto, è solo l'euforia di aver trovato "
compagni"
che finalmente possono CAPIRMI!
Magari in un'altra sezione del forum racconto meglio la mia storia, anche se mi sembra tanto di "
disturbare"
, non sono abituata a parlare della mia relazione, ma voglio provare per una volta a condividere.
Un'ultima cosa: Signore e Signori...leggo le vostre storie, le vostre emozioni, i vostri pensieri e non posso fare a meno di dirvi che siete, siamo, persone piene di amore, meravigliosamente fragili e proprio per questo con un coraggio da leoni. Nelle parole di tutti Voi leggo una bellezza di anima che semplicemente mi commuove e mi riscalda.

Grazie a tutti!

erykah

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 05.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Essere respinti e Ossessione

Messaggio Da ssss il Lun 12 Ago - 22:58

ciao..tu dici aprirsi alle persone normali che troviamo noiose..ma se non ne sono attratta,perchè devo sforzarmi ad essere,ad amare chi non amo?
ho capito, se vediamo tipi che fanno uso di sostanze starne subito alla larga o non innamorarsi di gente che sappiamo ci farà soffrire ma..addirittura 'forzarci' di amare gente che non ci interessa??a me fa paura, e fa tristezza contemporaneamente perchè sarebbe un accontentarsi...

penso invece, che sarebbe giusto magari cercare una via di mezzo..che non è facile, ma è possibile.

cosa ne pensate?

ssss

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 12.08.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Essere respinti e Ossessione

Messaggio Da Nina85 il Ven 20 Nov - 18:22

Per me tentare d'amare qualcuno che non ci interessa è inutile, ma non perchè non sono di per sè persone interessanti, ma perchè non ci comunicano qualcosa che ci porta ad interessarci a loro. Per me tutto deve avvenire in modo naturale senza il benchè minimo apporto mentale che ci spinge a fare qualcosa.

Mi è capitato negli anni, dopo la chiusura della mia storia con la mia "ossessione" durata 7 anni, di incontrare ragazzi interessati a me, ma io non mi sentivo interessata a loro per i più svariati motivi, sebbene abbia tentato di conoscerli.  Mi sono allontanata, senza prima aver dato false speranze o aver ferito nessuno, illudendoli o cercandoli di mia spontanea volontà per chissà quale motivo, dal momento che so benissimo come si rimane feriti da certi comportamenti "ambigui".
Il più delle volte i rapporti si sono conclusi in modo sereno e ognuno ha preso vie diverse, altre volte sono passata da vero e proprio "carnefice" sebbene sia stata sempre molto chiara e abbia dato tagli netti quando mi rendevo conto che la cosa non aveva futuro.

Io per il momento riesco solo a "limitare i danni", ovvero mi rendo conto che spesso si può incappare nuovamente in persone per noi "sbagliate", ma è bene rendersene subito conto (alla fine basta poco se non si perde di vista il nostro scopo: essere sereni e capire cosa vogliamo), metabolizzare e rimanere connessi con la propria felicità, senza che venga messa in secondo piano o zittita. Ultimamente quando vengo ferita, anche in modo brutto, da persone che mi interessano davvero non mi arrabbio più (e spesso dalla parte opposta vengo additata come "anaffettiva", "superficiale", "non interessata abbastanza"...anche se so che non è così, perchè ci rimango male davvero), semplicemente capisco che non è ciò che voglio e come voglio essere trattata, quindi spiego le mie motivazioni, butto sul piatto della bilancia come mi sento e se vedo che non viene recepito vado oltre, tentando di non perdere mai la speranza che prima o poi qualcuno che a me interessa sarà ugualmente interessato a me in modo sano.

Nina85

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 19.11.15

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Essere respinti e Ossessione

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum