Facebook e la Dipendenza Affettiva

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Facebook e la Dipendenza Affettiva

Messaggio Da admin il Mer 22 Ago - 16:27

Il mondo di internet è una vera trappola per noi D.A.

La mia "
non relazione"
o "
relazione di fantasia"
con il Poa è vissuta per otto anni a causa di internet.

Il mio contact era guardare il suo sito, scrivergli mail, insomma un amore non corrisposto formato digitale.

Cosa ne pensate del rapporto tra Dipendenza Affettiva ed internet ?

ciao,

Luce

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Facebook e la Dipendenza Affettiva

Messaggio Da frisco il Ven 24 Ago - 22:27

La mia è stata una relazione a distanza vissuta più che altro al telefono;
Facebook lo usavo (non quanto lei, che ne è DIPENDENTE) quotidianamente ma non mi piaceva molto il fatto di mostrare agli altri troppe cose di noi. Il suo "
ruolo"
è cambiato ogni volta che ci siamo lasciati: era una droga…e come ogni droga non ne puoi fare a meno, pur sapendo che ti fa male. La botta che mi dava vedere le sue foto era davvero potente;
i pensieri che pubblicava mi facevano contorcere budella e meningi perché pensavo che avessero sempre a che fare con me, il mio comportamento e la nostra storia (quando, in realtà, non sempre era così);
il solo fatto di vedere un suo commento in cima alla homepage (la sfortuna vuole che sia sempre stata molto attiva su FB) mi risvegliava le emozioni. Forse per anche per questo mi connettevo, per sentire qualcosa di forte nei suoi confronti dopo aver chiuso ogni volta perché "
non sentivo"
niente. Non mi cercava al telefono ma almeno speravo mi degnasse di un "
mi piace"
o di un qualunque altro segno nei suoi vari post…invece niente! NOn parliamo poi di quando (quasi ogni giorno) stringeva amicizia con qualcuno, lì scattava la gelosia che mi divorava se erano maschi…ma anche con le nuove amicizie femminili non stavo tranquillo (andavo a vedere i loro profili per capire chi fossero cosa c'entrassero con lei).
Avevo anche compreso che "
scherzi pesanti"
mi faceva FB durante le nostre rotture, per questo le ultime volte l'ho eliminata dalle amicizie ma non serviva a molto, in qualche modo il suo nome compariva da qualche parte e finivo sempre per sbirciare sulla sua bacheca.
A parte questi 15 giorni in cui sono stato in ferie a casa (dove vive anche lei) e il telefono (dal quale ho cancellato il suo nome, perchè il numero lo so a memoria), ho imparato a mie spese che non andare su FB rappresenta il mio NO CONTACT più importante.

frisco

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 17.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Facebook e la Dipendenza Affettiva

Messaggio Da violarancio il Ven 24 Ago - 23:49

Due delle mie storie da dipendente affettiva sono nate per via di FB. La chat è stata "
galeotta"
. Ma quando uno dei due non era in chat, allora c'erano i messaggi...e giù a controllare chat, messaggi ed email in maniera compulsiva. Il mio ex Poa non lo faceva, ma quello attuale sì, è compulsivo quanto me nel controllare le mie risposte e le mie mosse. Con entrambi sono riuscita ad aprirmi facilmente, io che normalmente sono riservata, e a gettare la maschera tramite chat, svelando la mia vera natura. Strano a dirsi, ma queste persone da cui sono stata o sono dipendente sono quelle che mi conoscono di più. E poi...la notte in chat è più facile lasciarsi andare. Riesco ogni tanto a sembrare così sicura di me stessa da non riconoscermi!
Ancora oggi, non riuscendo ad attuare il no contact, con il mio Poa ci siamo sentiti tramite mail, perché ora il suo account su FB lo usa anche la moglie.
Sono quasi 3 settimane che non lo vedo, ma non riesco a risolvere la mia dipendenza dalle mail. Ufff!

violarancio

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 30.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Facebook e la Dipendenza Affettiva

Messaggio Da Merlina il Lun 12 Nov - 12:16

la mia storia è inziata in rete.
L'ho conosciuto su un sito non di incontri, in realtà era un sito come tanti altri dove chi ha voglia va li per parlarne, ma in mezzo a tanti c'era chi oltre ad avere alcuni problemi cercava anche di rimorchiare, l'ho capito col tempo..
dopo qualche mio ingresso nel sitoed una breve presentazione, ci parliamo nella chat..
ricordo che sin dal primo dialogo il suo argomento principale era il sesso.
Ne parlava di continuo e in modo ossessivo, senza problemi e in modo diretto, anche sfacciato e volgare..
Mi disse di essere separato con figli, rislutava molto simpatico, divertente e brillante e quindi pensai che non sarebbe stato male provare a conoscerlo.
Lui più piccolo di me di un paio di anni e molto distante in tutti i sensi
Però mi stava simpatico.
Dopo un mese abbondante di chiacchere quotidiane in chat, video chat e telefono, chiacchere dove l'argomento chiave era sempre il sesso, mi decisi ad andare da lui, mi invitai, lui non me lo propose.
Ci siamo visti abbiamo fatto quello che desideravamo tanto e siamo stati bene. Subito dopo la rottura, perchè scopro che aveva altre tresche in giro e cosi mi allontanai in malo modo.
Ma dopo poche settimane forse un mesetto circa, mi ricontatta per dirmi che era tornato con la moglie.
Non ero innamorata, quindi la cosa non mi sconvolse la vita, dopo non l'ho sentito per quache mese.
Mi riaggancia in chat e mi dice che con la moglie sta male, che mi pensa e ricominciamo a sentirci spesso, mi cerca sempre lui al telefono e in chat.
Passa un pò di tempo e io poco paziente non accetto questa pseudo amicizia condita di racconti personali e richieste di sesso virtuale e lo sgancio di nuovo, sparisco.
Poi dopo un pò ritorno e lui mi corteggia piu di prima, mi chiama ogni giorno ad ogni ora, mi aspetta online, mi chiede di vederci.
Prima salta perchè non me la sento, poi salta perchè la moglie lo scopre, poi alla terza ci vediamo, tutto bellissimo, allora dopo un mese ci rivediamo, notte di fuoco, tutto bellissimo..
solo che dopo un mese sparisce per qualche mese..
riappare e cosi via per anni così.. un tira e molla
ora dopo due mesi in cui sono in parte sparita, cioè non ci parlavo ma mi collegavo al sito in modo che mi vedesse ma senza avere un contatto diretto, parliamo e lui sempre sulla stessa linea, sesso.
io parto sparisco 2 settimane, ritorno e mi riaggancia, parliamo un pò prima fa l'amico dolce tenero, parliamo di calcio, della famiglia ma poi ancora sesso online, questa volta spinto, esagerato .. dice che mi vuole, che mi pensa che ha voglia di me.. ecc di colpo gli chiedo di vederci e di dirmele a voce queste cose, accetta. intanto abbiamo scambiato il contatto facebook.
Il giorno dopo mi contatta e mi dice che non possiamo vederci, bestemmia dicendo che voleva vedermi.. che ci tenteva ecc. ma poi non aggiunge altro e si mette invisibile su facebook..
io ll'ho cancellato dagli amici e bannato da facebook e dall'altro sito dove ci siamo conosciuti.. così non vado a vedere i fatti suoi e lui non vede cosa faccio io ..
non voglio più sentirlo, ne sapere niente di lui, sono veramente stanca e non sono nemmeno arrabbiata nè triste anzi sono pure contenta di non vederlo, se lo avessi rivisto poi mi avrebbe trattata peggio del solito.. non mi ama, non mi ha mai amata e non mi amerà mai
questo mi basta per dire stop, con te ho chiuso ..
spero questa volta di farcela nel mio intento e non cascare nella solita trappola, del "
ma tanto sono solo due chiacchere, non succede niente "
..
ora sono passati due giorni, ma i mesi passati lontana da lui dalle sue menzogne mi hanno fatta maturare, ho capito che è una gabbia mortale in cui mi ha rinchiusa, una trappola della mente..


è malato di mente e vuole la redentrice che lo salvi e che soffre per lui, la moglie non gl basta ne vuole un'altra che non crea problemi, una santa da martirizzare, basta chiuso con questo psicopatico


Ultima modifica di 305 il Ven 30 Nov - 9:19, modificato 1 volta

Merlina

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 11.11.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Facebook e la Dipendenza Affettiva

Messaggio Da Vittoria solare il Lun 12 Nov - 13:45

Sì Merlina, hai detto bene,STOP, CHIUSO CON QUESTO PSICOPATICO. E in contemporanea tanto amore per te stessa, perchè è amandosi che si riesce a stare alla larga da certe situazioni, perchè più ci si ama, più ci si accorge se la persona che ci contatta ci vuole bene o meno. Mi raccomando, no contact direttamente proporzionale all'amor proprio. Altrimenti, non sarà questo psicopatico, ma un altro.

Vittoria solare
Consulente e Formatore
Consulente e Formatore

Messaggi : 341
Data d'iscrizione : 08.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Facebook e la Dipendenza Affettiva

Messaggio Da Merlina il Lun 12 Nov - 14:55

Grazie Vittoria..
Spero di essere forte.. Il segreto è smettere di controllare cosa fa l'altro, le sue amicizie, non entrare proprio in quegli spazi dove riaffiorano i ricordi..
E portare la mente altrove per non ricaderci, la prima settimana è la piu dura, ma vinta la rabbia iniziale e l'impulso di scrivere messaggi o altro di solito mi dimentico della sua esistenza
Speriamo bene

Merlina

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 11.11.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Facebook e la Dipendenza Affettiva

Messaggio Da tempospesomale il Lun 12 Nov - 21:46

Facebook per me e' stato il principio della fine,infatti l'ho disattivato ancor prima di cominciare la psicoterapia.Il social network lo usavo per dare un'immagine di me completamente distorta:allegra,ironica,cinica,disincantata.Mi piace da sempre scrivere,i miei post presso i miei trecento e passa contatti erano diventati un'istituzione,c'era gente che attendeva i miei "
angelus"
...io da quella bacheca ho detto di tutto,facevo il bello ed il cattivo tempo ed il gradimento che ne ricevevo faceva alimentava,falsamente,la mia autostima.Perche' la gente,il "
puvblico"
apprezzava il personaggio che mi ero costruita, alla fine avevo perso totalmente me stessa.Naturalmente era deleterio anche quale forma di controllo dell'altro di turno,a che ora e' in chat,ieri sera con chi era,ed il resto che voi,purtroppo,ben conoscete.Era pure il modo piu'semplice e veloce per ammaliare,sedurre.E ci riuscivo benissimo,una leonessa da tastiera.Poi nella quotidianita' mi scoprivano insicura,ansiosa...perche' il peggio di me l'ho dempre dato dentro una relazione,e' questo,del resto,il motivo per cui sono qui.Ma la cosa che piu' mi ha lasciato basita e' stato scoprire che la mia verve creativa nello scrivere post,nel raccontare minuziosamente ed ironicamente alcune vicende quotidiane,le satiriche disquisizioni sull'attualita'...tutto era fatto in funzione del grado di apprezzamento altrui,e piu' alto era l'indice di gradimento da parte dei miei contatti piu' scrivevo bene...come se avessi affidato,ancora una volta,le mie attitudini e le miei passioni unicamente al placet altrui.

tempospesomale

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 10.11.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Facebook e la Dipendenza Affettiva

Messaggio Da frisco il Mar 13 Nov - 19:55

di “tempispesimale” ne conosco qualcuno anch’io, sia nella vita virtuale che in quella reale. Sembra assurdo, ma la descrizione che fai del tuo comportamento è identica a quella di questi “qualcuno” …peccato che loro non se ne siano resi conto di ciò che hanno! Mi sembra però che tu abbia imboccato la strada giusta, continua così!

frisco

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 17.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Facebook e la Dipendenza Affettiva

Messaggio Da frisco il Mar 13 Nov - 19:56

di “tempispesimale” ne conosco qualcuno anch’io, sia nella vita virtuale che in quella reale. Sembra assurdo, ma la descrizione che fai del tuo comportamento è identica a quella di questi “qualcuno” …peccato che loro non se ne siano resi conto di ciò che hanno! Mi sembra però che tu abbia imboccato la strada giusta, continua così!

frisco

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 17.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Facebook e la Dipendenza Affettiva

Messaggio Da tempospesomale il Mar 13 Nov - 21:11

La strada e' lunga e non e' semplice.Sto cercando di elaborare ed accettare la radice del mio egocentrisno e della mia dipendenza relazionale,che affonda le radici,nel mio caso,nell'infanzia.Tuttavia quando tu parli di "
altri tempispesimale"
a mio avviso sposti l'attenzione da te sull'altro.Non e' tanto l'altro ad averci rovinato la vita,siamo noi che ce la siamo rovinati con le nostre mani,pur se giustificati,naturalmente,dal fatto che in un tempo pregresso abbiamo subito qualche forma di trauma.Non e' il comportamento altrui da stigmatizzare,e' la nostra accettazione di quei comportamenti da curare.Puo'essere Tizio,Caio,Sempronio...per noi e' irrilevante la persona in se',ma e' da focalizzare cosa essi rappresentino.Le prime manipolatrici,sia pure inconsapevoli ed incolpevoli,siamo state noi:attaccarci a qualcuno,controllarlo soddisfaceva in primiis il nostro vuoto.Non c'era amore in tutto questo,ed il "
carnefice"
va cercato al di fuori delle persone con cui in eta' adulta abbiamo intessuto delle relazioni malate.

tempospesomale

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 10.11.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Facebook e la Dipendenza Affettiva

Messaggio Da Merlina il Mer 14 Nov - 9:29

vero la strada è lunga, perchè quando l'amore per una persona nasce in rete il distacco per certi versi sembra più facile, invece è molto subdolo, perchè per trovarlo e controllarlo basta accendere il pc e vedi cosa fa, cosa scrive e quindi cosa pensa e da li deduci o supponi se ti pensa..
io lo faccio e lo fa anche lui che dipende a sua volta da me e dal controllo degli altri.. il mio nick e il suo nick speculari, si rispecchiano l'uno nell'altra.. e vivono insieme nel mondo virtuale.. infatti quando uno sparisce sparisce anche l'altro che non ha più ragion d'essere, sembra assurdo eppure è così.
Ieri notte ho pensato a lui di nuovo e pensavo che mi faceva stare bene sentirlo e parlarci via web o al tel., io lo amavo ma non gliel'ho mai detto perchè sapevo che avrebbe riso di me.. poi ho pensato a come stavo male quando tornavo al reale, non ero la sua fidanzata perchè lui tornava dalla moglie e dai suoi amici ed io restavo soltanto il mio nick, la ragazza bella e dolce da sognare ma distante, lontana, una fantasia della testa..
ad un certo punto non ce la fai più, quando gli ho chiesto di piu, di diventare una coppia vera, nel reale mi ha risposto in maniera inequivocabile che ha la sua famiglia e quando gli ho detto che io ho voglia di una storia vera molto duramente mi ha detto che lui non si innamora piu di nessuno che lui ama la f.. e basta..
:(
questa volta non torno indietro, non gliela perdono un'affermazione del genere.. mi ha persa per sempre

Merlina

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 11.11.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Facebook e la Dipendenza Affettiva

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum