parlare con non dipendenti affettivi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da bobetta il Gio 20 Set - 18:14

sono una ragazza che di solito si confida con persone dal vivo, quindi mi chiedevo se è giusto parlare di questo problema con altre persone, purchè fidate. nel senso che se a volte ho parlato di quello che mi succedeva venivo giudicata male, ma alla fine ho trovato la giustificazione ai miei comportamenti, ovvero che ho questa dipendenza. Vi è capitato che sia andato a buon fine la vostra confidenza o ci siete rimasti male?

bobetta

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 19.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da Vittoria solare il Gio 20 Set - 19:17

solitamente chi non prova questa cosa fa fatica a capire, ma qualcuno capisce

Vittoria solare
Consulente e Formatore
Consulente e Formatore

Messaggi : 341
Data d'iscrizione : 08.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da violarancio il Sab 22 Set - 15:10

Personalmente non ho trovato comprensione in chi non ha lo stesso problema. Dopo un po' risultavo patetica. le (poche) persone con cui ne ho parlato alla lunga risultavano annoiate dalla mia ossessione, per loro incomprensibile.
Ma questa è solo la mia esperienza...

violarancio

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 30.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da frisco il Lun 24 Set - 0:19

sto capendo ultimamente che se la chiamo col suo nome diventa di difficile comprensione e vedo sui volti degli altri le espressioni più strane, cosa che mi fa sentire “strano”;
se invece parlo di come si svolgevano i fatti, come mi sentivo e di come ora mi sto affrontando il distacco, senza però usare termini come “percorso, disintossicazione, ecc.” trovo molta più comprensione. Forse bisogna utilizzare un linguaggio diverso a seconda di chi si ha di fronte.

frisco

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 17.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da nikita73 il Ven 28 Set - 19:58

Purtroppo, chi non ha avuto mai a che fare con la dipendenza affettiva difficilmente riesce a capire se non relativamente.... e alla fine è vero si finisce per apparire anche patetici. Bisogna scegliere molto bene le persone con cui parlare, almeno se si vuole entare nel dettaglio, e mettere in conto quello che ci si può aspettare da una persona piuttosta che da un' altra... altrimenti si finisce per soffrire anche per questo, ancora di più.

nikita73

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 28.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da bobetta il Sab 20 Ott - 0:23

oggi ne ho parlato con la mia migliore amica, chiamando questa malattia per nome e non aggirando troppo, perchè oggi ho rivisto il mio ultimo PoA (ultimo xkè cambia di solito in anno in anno, e a volte ne possiedo più di uno) e ho scoperto dove lavora e dove si intrattiene la sera... non riesco a distinguere tra tentazioni e segni del destino! cmq la mia amica l'ha presa bene perchè pensa di esserne affetta anche lei, e quindi alla fine mi ha capita, anche se reagiamo in modo diverso.
Un'altra mia amica, sa che ogni tanto mi capitato queste "
cotte passeggere"
vuole che faccia tutto il contrario del NO CONTACT, tipo oggi mi ha detto <
<
dobbiamo tornarci e devi affrontarlo per vedere cosa significa per te!>
>

io non posso tornarci perchè so benissimo che mi batterebbe il cuore a mille pure per dirgli ciao e ci starei male, inizieri di nuovo a fare ricerche su internet per trovarlo su qualche social network... Ma se non lo vedo non ci penso... Se lo rivedo non lo dimentico!

bobetta

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 19.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da Vittoria solare il Sab 20 Ott - 10:10

Brava bobetta,
è importante che tu sappia cosa è meglio per te, senza farti troppo influenzare dagli altri.
I consigli si possono ascoltare, questo sì, ma la decisione ultima spetta a noi, che ci conosciamo meglio di qualunque altro.
Un abbraccio
Vittoria

Vittoria solare
Consulente e Formatore
Consulente e Formatore

Messaggi : 341
Data d'iscrizione : 08.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da iwannachange il Lun 22 Ott - 13:08

No, chi non ha questa dipendenza non capisce. Sono anni che ne soffro e da anni mi sono sentita dire ossessiva, gelosa, psicopatica, patetica, "
vabé dai adesso é il momento di crescere"
, non sei piú una ragazzina... etc etc. Ma é piú forte di noi vero?

Il mio ultimo fidanzato ci é rimasto male quando gli ho detto che nopn era la prima volta che facevo queste "
scenate"
, lui pensava che fosse una cosa unica, che facevo solo per lui perché lo amavo piú degli altri... Ma non capiscono che per me... uno vale l´altro piú o meno, e alla fina finisco per fare sempre le solite azioni ed avere storie che si ripetono

iwannachange

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 22.10.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da Vittoria solare il Lun 22 Ott - 18:53

Diamoci un taglio, possiamo e dobbiamo a noi stesse una vita più decorosa.

Vittoria solare
Consulente e Formatore
Consulente e Formatore

Messaggi : 341
Data d'iscrizione : 08.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da maria_moli il Mer 7 Nov - 15:05

Io personalmente penso che è meglio parlare della dipendenza affettiva con chi ha già passato attraverso questa esperienza o che comunque sta nel recupero. Perchè per quanto mi riguarda, questa malattia è forte e molto subdola, quindi ho bisogno di strumenti adatti per poter avere la lucidità necessaria nel momento in cui mi serve. Diciamo che è una grossa parola "
lucidità"
, perchè quando la testa parte e difficile fermarla, ma comunque mi è di aiuto il sapere che c'è sempre una soluzione...anche se la soluzione è: non fare nulla...

maria_moli

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 29.10.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da tempospesomale il Lun 12 Nov - 22:12

Io non sono creduta quando ne parlo...dicono che mi sto fissando,che non dovrei fare psicoterapia perche' non ho problemi,che sono solo stata un po' sfigata e semmai il mio fissarmi con qualcuno sarebbe indice del mio carattere viziato...della serie...il giocattolo che non puoi avere.Eppure io mi rivedo in tutti i "
sintomi"
,tranne in uno: il tempo che "
perdo"
con le persone con cui intrallazzo sentimentalmente e la tipologia di queste persone.Tranne che in un caso ho avuto a che fare con persone che sostanzialmente sono state chiare e sincere con me,che non volevano abbandonarmi neanche quando io ho deciso di tagliare i ponti con tutti.E del resto io a loro non ho mai detto di essermi innamorata,non lo sapevano,non lo dicevo perche' sapevo che il mio non era amore,ma droghe,mi drogavo dell'idea dell'amore che essi incarnavano.E non essendone al corrente non posdo nesnche accusarli di essersene approfittati.Anche il tempo perso dietro a loro e' limitato,e piu' ho storie piu' si "
accorcia"
il periodo di "
tolleranza"
...mollo quando il mio "
film"
romantico e' finito,quando ho la certezzs che l'altro stia per interessarsi af un'altra oppure quando ne trovo uno "
nuovo"
con il quale costruire il mio solito,rituale, "
film"
...sempre a sua insaputa naturalmente.E monostante questi siano innegabili segnali di disturbo la gente mi dice che sono solo imparanoiata.Ma io questa esigenza di piacere per forza,di farmi accettare,di fare ogni cosa in funzione della stima altrui ce l'ho da un preciso momento della mia infanzia.Devo scavare la',perche' e' li' che risale...so che potrebbe essere anche sconvolgente scoprire qualcosa ma oramai sono in ballo e non mi fermo, continuo,potrebbe restarmi il dubbio a vita...e non risolverei nulla.

tempospesomale

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 10.11.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da Vittoria solare il Mar 13 Nov - 13:47

Care ragazze,


Ultima modifica di 233 il Dom 6 Gen - 17:50, modificato 1 volta

Vittoria solare
Consulente e Formatore
Consulente e Formatore

Messaggi : 341
Data d'iscrizione : 08.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da frisco il Mar 13 Nov - 19:29

Io sono con te! va bene lo stesso,anche se non sono una femminuccia?
:P

frisco

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 17.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da tempospesomale il Mar 13 Nov - 19:37

Vittoria che dirti,ho cercato la tua storia in una sezione del forum ma sono arrivata al punto in cui tu e lui eravate ancora fidanzati.Non ho ben capito cosa sia accaduto dopo,snche se,beninteso,gia' cio' che ho letto legittima il tuo diritto a stargli lontano.Vittoria cara la separazione reca sempre con se' dei problemi di questo tipo,anche in assenza di dipendenze di tipo affettivo.Naturalmente all'esterno la tua decisione di staccarti finalmente da quest'uomo viene percepita come un "
colpo di testa"
.Noi e le persone a te piu' care sappiamo che non e' cosi',alla luce di cio' che hai narrato.Non so il procedimrnto di separazione a che stadio sia,ma in questa materia piu' che mai contano molto hli aspetti fattuali sui quali appunto si fonda quella improseguibilita' della convivenza e comunione materiale e spirituale che e' il presupposto del divorzio.Tutto cio' che hai subito da tuo marito va esposto nelle memorie di parte,ed il tuo avvocato lo sapra' senz'altro.Ed un giudice,prima che un tecnico del diritto,e' un essere umano che tiene conto anche delle circostanze di fatto,che costituiscono la fattispecie concreta al vaglio del suo esame.Tuo marito,prima facie,appare come un uomo profondamente egoista e irresponsabile,perdonami se mi permetto.Una persona del genere appare non in grado di occuparsi responsabilmente dei figli,indipendentemente di chi sia stato ad abbandonare per primo la casa coniugale.Tu hai lasciato lui,non i tuoi figli e se questo e' dimostrabile e comprovabile non hai nulla da temere.E se anche dovesse andar male cio' non impediscr che in futuro siano i tuoi stessi figli a chiedere di stare con te.Coraggio ed un abbraccio grande.

tempospesomale

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 10.11.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da admin il Mar 13 Nov - 19:39

Io voglio esserci sempre per te Vittoria! Ti voglio bene! Un abbraccio forte, forte.

Luce

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da Vittoria solare il Mar 13 Nov - 20:54

Grazie, amici, alleviate un po' il mio dolore.

Vittoria solare
Consulente e Formatore
Consulente e Formatore

Messaggi : 341
Data d'iscrizione : 08.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parlare con non dipendenti affettivi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum