La regola del NO CONTACT

Pagina 1 di 9 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Sab 24 Mar - 18:48

Una delle prime regole da imparare nel recupero da dipendenza affettiva è quella del "
No contact"
, cioè "
Nessun contatto"
.
Dobbiamo interrompere qualunque contatto con la persona da cui siamo diventati dipendenti. Nessun contatto significa nessun contatto quindi stop agli sms, alle mail, alle telefonate, agli incontri, ai messaggi su facebook, e abolire il cyberstalking cioè le sbirciate sul web al suo profilo, alle sue foto, al suo sito. Insomma ogni contatto deve essere interrotto, compresi i segnali di fumo....
Ho conosciuto persone, me compresa, che hanno impiegato anche molti mesi prima di eliminare la compulsione a visitare il profilo della persona da cui erano dipendenti dopo aver eliminato tutti gli altri tipi di contatto. Comunque qui diciamo "
progresso, non perfezione"
, si cambia poco alla volta, un giorno alla volta. Può volerci del tempo per cambiare le vecchie cattive abitudini ma l'importante è arrivare alla meta. Ricordatevi che il no contact è come una medicina per il dipendente affettivo. Come il drogato deve affrontare l'astinenza da droga e l'alcolista deve rimanere sobrio, noi dobbiamo privarci del contatto con la persona da cui siamo dipendenti.


NO CONTACT = NIENTE PIU' DOLORE

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da isabel14 il Mer 30 Mag - 19:27

grazie per i suggerimenti.

Tuttavia il NO CONTACT mi è purtroppo impossibile, in quanto lavoro con la persona, dalla quale dipendo affettivamente.

isabel14

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 30.05.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Mer 30 Mag - 19:47

Ciao Isabel, benvenuta!

Nel tuo caso si parla di Limited contact, cioè limitare i contatti al minimo indispensabile e creare una barriera il più possibile solida tra te ed il tuo Poa (Person of addiction).

Tieni duro!

Un abbraccio,

Luce

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da laura il Mar 31 Lug - 17:18

Ho provato un milione di volte a troncare ogni rapporto con lui. Io so a questo punto di riuscire a non cercarlo. Il problema è che lui torna puntualmente a cercarmi, per un pò resisto, ma poi cedo in nome del sentimento che c'è stato fra noi. Tutte le volte mi dico che qualche telefonata o qualche sms non può farmi male. Ed invece ogni volta è peggio. Ogni volta dopo un pò sto sempre peggio e ho spesso disgusto per me stessa per non riuscire ad essere forte. Che fare?

laura

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 22.06.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da penelope il Mar 31 Lug - 17:45

ciao Laura, io sono una dipendente affettiva come te, ti dico che la prima cosa da fare è quella di smetterla di giudicarti male. Ci sono dei motivi profondi che ti spingono a comportarti così, non è colpa tua. Nei momenti di fragilità devi coccolarti di più, osservare quello che ti succede, prendere consapevolezza della tua malattia e sorridere dolcemente a te stessa. Ridi pure di questa ossessione, ti aiuterà a dissacrare la malattia, e anche quello serve per guardare le cose con distacco, come se capitasse ad un'altra persona. Comincia così, poi a poco poco troverai la forza di dire basta, io ci sono riuscita e tante qui in questo forum sono sulla buona strada, pazienza che quando poi si tocca il fondo lo spirito di sopravvivenza prevale sempre!...un abbraccio

penelope

Messaggi : 172
Data d'iscrizione : 06.06.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da elena il Mar 31 Lug - 22:03

Questa regola è durissima da seguire. Anche io come tante di voi ho provato mille volte a non contattarlo più, ma mi basta vederlo passare in macchina, andare in qualche posto dove siamo stati insieme,o lasciare che qualche bel ricordo riaffiori nella mia mente,che tutti i buoni propositi crollano inesorabilmente. Allora provo a costruirmi degli alibi per giustificare questa mia debolezza, come per esempio ripetermi che nn può essere che ha smesso di amarmi,visto che invece io sono ancora cosi pazza di lui. Mi dico abbiamo fatto tante cose insieme non può essersele dimenticate,non troverà mai nessuna che lo ami quanto me. é solo un periodo brutto,presto capirà che possiamo ancora stare bene insieme,per quello lui si fa vedere ogni tanto,x farmi capire che c'è che nn mi ha dimenticata. Ci vuole molta forza e volontà,ma nn sò dove trovarla.

elena

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 31.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Mer 8 Ago - 1:02

Oggi finisce il quarto giorno del mio ennesimo no contact.
Di solito è il seguito di una mia violenta sclerata, dove gli dico basta oppure quando ho la fortuna di stare via molto tempo riesco ad attuare il no contact.

Questa volta sembra diverso.
Gli ho detto di no a vederci, lui mi ha detto che gli fa piacere sapere che mi sto rispettando ( carnefice e consapevole ).
Vorrei scrivergli che ho sbagliato tutto, che gli stavo chiedendo di salvarmi, che volevo salvarlo perchè in realtà quella da salvare sono io ( lui pure ).
Vorrei, vorrei.....
Ma sono tutti modi per rimanere lì.

Il nostro rapporto è molto verbale, la mia psico scherzando dice che siamo il compendio della psicanalisi io e lui, in effetti svisceriamo tutto ed abbiamo capito ogni cosa ma ..... ma le cose restano immutate.
E' anche un rapporto estremamente fisico per cui avergli detto di no è stata dura ma so che per una notte meravigliosa avrei pagato con lacrime amare.

Non so quanto e se resisterò al no contact, per ora conto i giorni, certe volte non gli scrivo per essere coerente nel forum, per portare il buon esempio alle altre.
E' una forzatura, lo so, ma tutto purchè funzioni.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da penelope il Mer 8 Ago - 9:30

Bravissima lilith! sono orgogliosa di te...non pensare se domani riuscirai o no. pensa all'oggi, al qui e ora. Ti abbraccio...

penelope

Messaggi : 172
Data d'iscrizione : 06.06.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da violarancio il Mer 8 Ago - 9:33

Ciao Lilith, è normale che si contino i giorni. Per noi è uno sforzo colossale, noi che siamo lì ogni minuto a pensare a loro. I minuti sembrano non scorrere mai e la tentazione è sempre fortissima. Io ancora non sono pronta per il NO CONTACT, sto resistendo più che posso, ma resisto al massimo un giorno. Il forum aiuta molto. Parlare tra noi e confrontarci aiuta molto. Oggi proverò ancora. E tu, il tuo esempio, il vostro esempio, mi aiuterà a sentirmi forte.
Oggi proverò io e continuerai tu.
Forza, allora...possiamo farcela, anzi...ce la faremo!!!
Ti abbraccio

violarancio

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 30.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Mer 8 Ago - 9:56

Lilith, anch'io tenevo duro nei primi tempi del mio no contact proprio grazie al sito di recupero a cui mi ero iscritta . E se "
scivolavo"
, cioè cedevo alla tentazione di scrivergli una mail o guardare il suo sito andavo subito a "
confessarmi"
sul forum.

Sono davvero felice che il forum sia di aiuto a molti di voi! <img src=" title="Smile" />

Luce

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da penelope il Mer 8 Ago - 10:09

ciao violarancio voglio fare i complimenti anche a te..brava sento che ce la puoi fare..sai, sapete, PER ME proprio oggi SONO 4 MESI di NO CONTACT!!! posso solo dirvi che i primi giorni sono i più duri ma poi si ci sente più liberi..è come se portassi sulle spalle una pesante zavorra e ogni giorni te la senti più leggera..ricordo come stavo male.. pensate che con il mio lui ho chiuso proprio la notte di Pasqua!! devo ringraziare il destino che mi ha dato una mano, nel farmi scoprire i suoi traneli, e devo ringraziare questo forum, senza di voi non ce l'avrei fatta. Grazie a tutte

penelope

Messaggi : 172
Data d'iscrizione : 06.06.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Mer 8 Ago - 10:41

Grazie ragazze....
Non gli scrivo perchè sono orgogliosa, non nei suoi confronti ma nei vostri:-)
Non ho voglia di scrivere poi sul forum "
l'ho fatto di nuovo"
.
Tengo di più all'orgoglio che voglio mostrare a voi piuttosto che all'orgoglio verso di lui.

E' un pò bizzarra questa cosa ma tutto fa brodo pur di stare lontana dalla tentazione.
E' giusto che io non scriva per molti motivi.

E sarei anche egoista nel farlo perchè in fondo lo uso per le mie paturnie, ha già le sue e che se le sbrogli da solo come sto tentando di fare io.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da dolcecuore il Mer 8 Ago - 13:39

è vero,quando in un qualche modo ci si sente "
schiavi"
della persona bisogna cercare di eliminare i contatti.

dolcecuore

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 08.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da tappetino il Mer 8 Ago - 16:01

continua Lilith...piano piano,ci sentiamo sempre più forti. Io non lo sento da 15 giorni e il rischio è impazzire per quanto è penoso non sapere nulla, non poterlo controllare, sapere che non mi ama abbastanza ed ammettere la verità. Ma sono convinta che grazie al no contact, il mio cervello che per ora è annebbiato, sarà sempre più lucido e meno condizionato.

tappetino

Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 02.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da blucobalto il Gio 9 Ago - 14:16

Buongiorno a tutti,
non ho ancora riordinato le idee pertanto non sono ancora in grado di raccontare la mia storia, peraltro tormentatissima.
Comunque, a proposito del NO CONTACT, per me purtroppo è doppiamente difficile perchè lavoriamo letteralmente gomito a gomito, potete immaginare che supplizio, soprattutto ora che è sentimentalmente coinvolto con un'altra persona, vi risparmio i particolari ma ognuno di voi comprenderà cosa significhi.
Per quanto riguarda il NO CONTACT è già molto tempo che ho adottato questa pratica, mai un messaggio, nè mail, nè telefonate. Fino a un paio di settimane fa gli sono stata un po' addosso per la verità, intuendo che c'era stato un ulteriore raffreddamento e distacco da parte sua, tant'è che, seppure riluttante, mi ha confessato che si è preso di un'altra.
Saputo questo, con estrema determinazione (anche se con un dolore immenso) ho iniziato il mio percorso di uscita dal tunnel, ho contattato uno psicoterapeuta (inizio domani gli incontri), ho stressato le mie amiche all'inverosimile, per sfogarmi, piangere, dire loro che la mia vita è finita, ora finalmente ho trovato voi ed è stato come ricevere un'iniezione di fiducia, credo di potercela fare, credo che questa batosta mi abbia dato lo stimolo per fare finalmente qualcosa di importante e utile per me stessa, di sistemare tutte le questioni irrisolte, anche quelle che esulano dalla mia storia d'amore non corrisposto.
Un abbraccio solidale a tutti voi ragazze e ragazzi.

blucobalto

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 08.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Gio 9 Ago - 17:51

Certo che ce la farai, Blucobalto! Tantissimi ce l'hanno fatta e, come dici tu, si parte da un amore malato e si finisce con il riscoprire se stessi ed il gusto per la vita.

Certo deve essere una tortura avere il Poa sempre accanto...io sarei stata in serie difficoltà, per me il mio Poa era una creatura divina, circondata da un'aura di perfezione, mi attirava più di una calamita, ero priva di volontà al solo pensiero di lui e dire che viveva in un altro Paese e non rispondeva nemmeno alle mie mail, mi infiammavo solo a vedere il suo sito o le sue foto, per me il no contact è stato smettere di guardarlo sul web e smettere di scrivergli mail a senso unico, cioè senza risposta.

Il vero no contact consiste nell'eliminare il Poa anche dai pensieri, ma questo è il passo finale...

Nel tuo caso si parla di lmited contact, comunicare il minimo indispensabile, evitare il contatto visivo, crearsi una barriera invisibile dalla quale non far passare l'emozione.

A proposito di limited contact, vorrei parlarti dei CONFINI, in Inglese BOUNDARIES che esistono nelle nostre relazioni con gli altri.

Immaginiamoci al centro di una serie di cerchi concentrici. Nel nucleo ci siamo noi e le persone con cui abbiamo le relazioni più intime. Nel cerchio subito più esterno ci sono i nostri parenti più vicini e gli amici più stretti. In quello successivo gli amici meno stretti. In quello dopo ancora la vicina di casa e così via il parrucchiere, il collega fino ad arrivare all'estraneo incontrato per strada.

Il problema per i dipendenti affettivi è che non sanno creare questi confini. Io , ad esempio, senza praticamente conoscerlo, ho messo il mio Poa direttamente nel nucleo, scrivendogli disperate lettere d'amore e rivelandogli me stessa nel profondo quando tutta la nostra conoscenza reciproca si riduceva all'aver parlato solo una volta per circa dieci minuti (!)

Impariamo a creare, definire, rispettare i nostri confini. Stabiliamo un nuovo rigore nelle nostre relazioni. Sarà molto più difficile rimanere feriti.

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da blucobalto il Ven 10 Ago - 6:58

E' bellissima questa regola dei confini. In effetti in questa fase della mia vita sto proprio facendo un lavoro simile, sto facendo le grandi pulizie e in questa operazione alcune persone che prima avevano un posto vicino al mio nucleo, sono state prudentemente spostate... parlo di alcune amicizie che ritenevo intoccabili e indiscutibili. Ho rimesso tutto in discussione. Dicono che gli amici veri si riconoscono nei momenti difficili e così è stato, ho ricevuto piacevoli sorprese da alcuni e spiacevoli delusioni da altri e qualche conferma.
Credo proprio che questa sia la strada giusta, ad ognuno il suo posto, ridimensioniamo le aspettative e saremo meno vulnerabili.
Grazie per le tue parole. Un abbraccio

blucobalto

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 08.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Ven 10 Ago - 7:28

Ciao Blucobalto, se sei in un momento di cambiamento e di ricerca, prova a lavorare sui 12 passi qui sul forum. E' un lavoro interessante, utile e capace di trasformare.

Ciao! Un abbraccio,

Luce

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Mar 14 Ago - 22:56

Domani sono 12 giorni, li conto.
Adesso è facile perchè so che non è in ufficio, lui vive e non attaccato al computer, vive.
Non sono poi tanti giorni, in passato ho fatto di meglio ma ero lontana.
Forse cadrò ancora, perchè è sempre tutto sospeso, perchè non ci siamo detti che è finita, perchè se non smetto io non finirà mai.
Avrei voglia di dirgli tante cose, allora scrivo sul forum.

Vorrei tornare in terapia a settembre e dimostrarmi e dimostrare alla mia psico che ne sto uscendo.
Sì, è un atto di forza, di volontà, è uno sforzo.
Conosco molto bene la volontà, per forma mentis e per il lavoro che faccio ma quì è un altra volontà, è dura, durissima.

Oggi stavo male, poi ho dormito e mi sono occupata di cose concrete.
Ogni giorno una vittoria su questa bottiglia di alcol che ha un nome ed è un essere umano.
Ogni giorno mi sento più forte....

Vacillerò di nuovo, se mi cerca lui non so se riuscirò a non rispondere ma ora non ci voglio pensare.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Gio 16 Ago - 16:01

Bravissima Lilith per il tuo no contact di 12 giorni. Mi rendo conto dello sforzo "
disumano"
che stai facendo. Ma ogni giorno di no contact è un giorno d'aria e di salute per noi e, come dici tu, si diventa ogni giorno più forti.

Se ti richiama lui si tratta di un "
ping"
e dovremmo essere abbastanza forti da resistere all'essere "
pingati"
e non rispondere, se abbiamo davvero deciso di chiudere con il Poa, guarire e pensare alla nostra nuova vita.

So che non è facile, io ho impiegato anni per smettere di essere ossessionata dal Poa...solo la preghiera mi ha salvata davvero....

un bacio,

Luce

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Gio 16 Ago - 18:07

Grazie Luce.
Il punto è che io spero lui mi cerchi, non lo nego, anche solo per dirgli che non è giusto continuare così.
Mentirei spudoratamente se dicessi che non voglio.
Mi trattiene solo la capacità di capire che una relazione con un adolescente tardivo fedifrago problematico è sì oggetto di grande sfida ma è un massacro.

Sindrome salvifica, abbandonica, ferita narcisistica, coazione materna e paterna.
Il mio PoA è l'emblema delle mie manchevolezze.

Un giorno lo ringrazierò, grazie a questo dolore mi ha riaperto tante ferite mal curate e trascurate!!!!!!!!!!.


Questa del "
ping"
non la sapevo :-)
Ti ringrazio per l'utile consiglio.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Gio 16 Ago - 18:22

Capisco il desiderio di essere richiamata da lui. Ma ricordiamoci che prima o poi il no contact dobbiamo iniziarlo, altrimenti la relazione "
non inizia mai a finire"
. Il taglio netto è un problema per noi dipendenti affettivi. Pensa che io ho continuato per anni a mandare messaggi di addio al mio Poa. Gli scrivevo e terminavo con un addio ed ero convinta che sarebbe stata l'ultima volta...dopo massimo quindici giorni o un mese o due, eccomi a riscrivere paradossalmente "
dimenticando"
l'ultimo addio. A ripensarci rabbrividisco al pensiero di quanto fossi fuori di testa...è proprio una malattia mentale questa. Grazie Signore che mi hai aiutata a liberarmi!!!!

ciao, Lilith!

Luce

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Ven 17 Ago - 0:20

I miei addii?.
Mille.
Ma il vero addio non è scritto, è una forza interiore e basta e non avrò bisogno di dirglielo più come ho fatto sempre, è da un anno che ci sto provando.

Il mio PoA ha messo in vibrazione le mie ferite, l'ho incontrato per avere la possibilità di guarirle, ora mi piace vederla così perchè niente è una sconfitta, tutto nella vita ha un senso.

Siamo malate, vero ma cosa ci sta insegnando questa malattia?.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Ven 17 Ago - 3:57

Cara Lilith,
mi rivedo perfettamente nelle tue parole.

Anche io come te, vedo nel Poa o meglio nel disagio della dipendenza affettiva (nonostante tutto il dolore provato) un 'occasione, un'opportunità di crescita. Se non avessi provato tutto quel dolore, non mi sarei mai messa "
in cammino"
, non avrei mai scoperto tanti lati di me, non avrei avuto mai la gioia di guarire e le scelte compiute in seguito non sarebbero state le stesse.

E' molto positivo e sorprendente che tu già riesca ad intravvedere questa dinamica, questa prospettiva della realtà che stai vivendo. E' un passo in più verso la guarigione.

E comunque è vero, il vero addio non ha bisogno di parole ;<br />)

Luce

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Ven 17 Ago - 10:47

Cara Luce, il momento dell'addio è ancora lontano dal mio cuore ma credimi, se non gli scrivo è anche grazie al forum, è come se avessi preso un impegno, certo, è verso me stessa ma non voglio poi scrivere sul forum "
sono caduta"
.
Mi auguro non accada.

Sono in analisi da quasi due anni, ho detto mille volte "
chiudo!"
alla mia psico ma non è mai successo.
E' anche per poterle dire "
Dottoressa, ce la sto facendo"
che non gli scrivo.
E forse è arrivato il momento giusto, quel momento che aspetto da tanto tempo.

Non so che grado di dipendenza ho, con lui altissimo, un attrazione a tutto ciò che di manchevole c'è dentro di me.
Attraverso questa relazione vorrei andare oltre, vorrei guarire.

Mi domando se questa dipendenza che è latente dentro di noi sfoci nel momento in cui si incontra un altra anima malata che è complementare al nostro male, PoA evitanti, narcisi, problematici.

E' come l'herpes labialis o altri tipi di malattie, sono dentro di noi e arriva qualcosa a scatenarle, in caso contrario rimangono latenti dentro.

Si può debellare completamente la dipendenza?.

Tu hai trovato la fede, una fede che ti arricchisce, hai trovato Dio dentro di te, e sì, come giustamente dici, non saresti arrivata a questo senza il dolore della dipendenza.

Se il mio PoA si rifarà vivo sarà difficile non rispondere.

La mia relazione ha anche lati postivi, ci sono aspetti sani fra noi ma non sono abbastanza.
Non ti nego che sarebbe bello che entrambi uscissimo dalle nostre problematiche e ci vivessimo non da due vuoti emozionali ma come due adulti sani.

Io posso lavorare su di me, troppo a lungo ho tentato di renderlo consapevole ma non funziona così.
Le parole anche giuste che ho detto non servono a niente se non c'è un terreno pronto ad accoglierle.

Ogni giorno è una conquista per me.
Ogni giorno di no contact è un giorno di ripresa autostima e dignità di me stessa.

Non finirò mai di essere grata di questo forum.
E a te.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 9 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum