La regola del NO CONTACT

Pagina 9 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Sab 24 Mar - 18:48

Promemoria primo messaggio :

Una delle prime regole da imparare nel recupero da dipendenza affettiva è quella del "
No contact"
, cioè "
Nessun contatto"
.
Dobbiamo interrompere qualunque contatto con la persona da cui siamo diventati dipendenti. Nessun contatto significa nessun contatto quindi stop agli sms, alle mail, alle telefonate, agli incontri, ai messaggi su facebook, e abolire il cyberstalking cioè le sbirciate sul web al suo profilo, alle sue foto, al suo sito. Insomma ogni contatto deve essere interrotto, compresi i segnali di fumo....
Ho conosciuto persone, me compresa, che hanno impiegato anche molti mesi prima di eliminare la compulsione a visitare il profilo della persona da cui erano dipendenti dopo aver eliminato tutti gli altri tipi di contatto. Comunque qui diciamo "
progresso, non perfezione"
, si cambia poco alla volta, un giorno alla volta. Può volerci del tempo per cambiare le vecchie cattive abitudini ma l'importante è arrivare alla meta. Ricordatevi che il no contact è come una medicina per il dipendente affettivo. Come il drogato deve affrontare l'astinenza da droga e l'alcolista deve rimanere sobrio, noi dobbiamo privarci del contatto con la persona da cui siamo dipendenti.


NO CONTACT = NIENTE PIU' DOLORE

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso


Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Ambretta il Mar 29 Gen - 18:39

Roberta cara, io sto male anche quando passa una ragazza per strada e mi accorgo che lui la guarda..c'è qualcosa che non va!Ormai me la prendo per qualsiasi battuta,mi ha appena detto di andare a correre e che ne avrei bisogno e ho i capelli dritti!
Io sono di milano, perchè non ci vediamo qualche volta?
ti lascio il mio contatto in pvt :)
ambra

Ambretta

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 16.01.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da erykah il Gio 7 Feb - 3:25

Ecco, identico problema di tutte voi.... Per ora resisto, ma lui tornerà alla carica, come sempre..è dipendente come me, anche se in forma diversa..
Ci siamo "
lasciati"
per la milionesima volta una settimana fa.
Io solo IERI ho preso coscienza della mia dipendenza, solo ieri sono entrata in questo sito, che mi ha sconvolta e mi ha ridato la speranza.
Stasera lui mi ha scritto un sms: come sempre ricomincia a cercarmi...di solito funziona che resisto un pò e poi di nuovo mi trovo coinvolta, sperando che finalmente lui inizi ad amarmi.......
ma questa volta è diverso. io ho capito il mio problema, e voglio guarire! Cosa devo fare quando mi contatta? devo informarlo della mia presa di coscienza??
Lui non accetta di essere abbandonato, continuerà a cercarmi... che devo fare? ignorarlo all'infinito?
Chiedo a Voi, io son nuova di questa consapevolezza, non ho assolutamente gli strumenti per capire come comportarmi, ho appena iniziato a vedere la luce!
Grazie a Tutti!

erykah

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 05.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da erykah il Gio 7 Feb - 4:50

Scusate. Mi sento di dover aggiungere qualcosa al mio commento, alla mia richiesta di aiuto.
Come ho detto, per me la folgorazione, la presa di coscienza della mia malattia è arrivata da neanche 2 giorni.
è vero che mi sento già diversa, ma ho scritto su questo forum frettolosamente, mossa dall'ondata di euforia che l'essermi sentita liberata mi ha provocato...
Poi mi sono messa a leggere davvero tutti i vostri pensieri, esperienze, e mi sono accorta di cosa mi aspetta d'ora in avanti...
sono moltissimi i vostri pensieri, ci metterò settimane per leggerli tutti, ma mi riconosco così tanto nelle vostre emozioni ed esperienze...
leggo su queste pagine le stesse parole che finora avevo affidato solo al mio diario, o ai miei pensieri, e mi sento semplicemente sconvolta.
Ho deciso che prima di iniziare il mio recupero, lo incontrerò e gli spiegherò perchè non mi deve più contattare.
Lo faccio perchè voglio consolidare la mia decisione dentro di me.
se non lo facessi resterei attaccata alla speranza di trovare un suo messaggio, di ricevere una chiamata...di sentirmi ancora desiderata insomma.
e non voglio più che sia così.
Le cose che vedo scritte da voi, le ho già vissute e rivissute infinite volte... gli adii, i ritorni, i silenzi, la follia, la nausea, l'ossessione, la disperazione, la depressione. tutto ho già provato.
basta, ora basta, non ne posso veramente più.
io non so se riuscirò a non ricaderci, ma in questa consapevolezza della malattia vedo già anche la guarigione.
è come se ammettendolo a me stessa, mi sia data in automatico la possibilità di guarire.
io farò come voi. ci provo.
e ci provo per amore a me stessa, ma non solo.
sento una vicinanza di sensibilità con voi che vi confidate qui, che mi fa sentire l'obbligo di rispettare me per rispettare anche voi.
nonostante ora sappia che sia io che lui siamo malati, spero ancora che un giorno potremo essere felici insieme. che anche lui possa guarire e amarci davvero.
ma non cercherò più di salvarlo. ora mi voglio occupare di me stessa. salvare me.

curarmi di me.
il che ha mi fa pensare a 2 aspetti, ovvero: curare me stessa dalla dipendenza, certo..
ma anche curarmi con me stessa, nutrirmi di me stessa. dell'infinito, meraviglioso, potente amore che ho dentro, e che, sono sicura, può fare i miracoli.

forse se ci concentriamo su questo "
noi stessi"
riusciremo a trovare la forza di mettere in pratica questo maledettissimo e odiato NO CONTACT.
facciamoci dei regali, facciamo tutte quelle cose che ci nutrono e ci fanno ridere, ascoltiamo quel calore che abbiamo dentro e che finora abbiamo rivolto, inutilmente, al nostro lui/lei.
io ci credo ragazzi, sul serio, io ci credo!
possiamo farcela.
un abbraccio

erykah

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 05.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da silviavidia il Gio 7 Feb - 5:47

Come si fa se si è dipendenti dal marito che ci ha lasciato per un'altra e si hanno 2 figli in comune ad applicare il Nocontact?

silviavidia

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 07.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Ellisse71 il Mar 19 Feb - 13:14

Concordo pienamente con te anche per me è la stessa cosa. barbara[quote="
laura"
]Ho provato un milione di volte a troncare ogni rapporto con lui. Io so a questo punto di riuscire a non cercarlo. Il problema è che lui torna puntualmente a cercarmi, per un pò resisto, ma poi cedo in nome del sentimento che c'è stato fra noi. Tutte le volte mi dico che qualche telefonata o qualche sms non può farmi male. Ed invece ogni volta è peggio. Ogni volta dopo un pò sto sempre peggio e ho spesso disgusto per me stessa per non riuscire ad essere forte. Che fare?[/quote]

Ellisse71

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 19.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da lafenice il Lun 18 Mar - 22:24

NO CONTACT = NIENTE PIU' DOLORE
è quasi una settimana che non vedo il suo profilo e la foto del suo profilo, ogni volta sentivo emozioni forti, spesso mi viene la tentazione di sbirciare e ogni volta mi ripeto niente contatto=niente dolore, basta un semplice click col mouse e la cosa è fatta, ma ogni volta mi trattengo perchè penso che con un semplice click perderei tutti gli sforzi fatti fino ad ora. Credo in questa affermazione, credo a tutte le persone che qui ne sono uscite attuando questa prima regola..e cosi ogni volta mi ripeto, ninete contatto-niente dolore. L'ossessione non è passata ancora continuo a pensarlo ogni giorno (ora che ho scoperto questo forum da una prospettiva diversa rispetto a prima), ma almeno non mio dispero più col dubbio se lui mi pensa o meno, se lui mi ha dimenticato o meno. Lui da parte sua non si è fatto sentire per nulla in questa settimana (perchè se è cosiindifferente a me e mi ha trattato parecchie volte male io mi ostino a pensare che nonostante tutti mi ama?....assurdo) ed io ogni volta apro fb con la speranza di un suo messaggio, ma poi mi dico "
è inutile sperare perchè anche se ti inviasse un messaggio, tu devi ignoralo, devi farlo per il tuo bene, devi amare prima di tutto te stessa"

Oggi mi è capitato di leggere una frase: se getti un seme devi coltivarlo, se vuoi che col tempo germogli"
, ho subito associato questa frase alla regola del no contact, che deve essere attuato con molta costata e con fatica, se si vogliono ottenere dei risultati. Devo aprire un diaro ed inserire tutti i miei pensieri sconnessi

lafenice

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 15.03.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da navigante il Lun 18 Mar - 22:53

Ciao!
Scrivere è molto utile;
lasciar fluire il pensiero, lasciare che il bisogno di comunicare si esprima con te stessa innanzitutto, secondo me significa avere energia, quella stessa energia che serve a guarire.
E' un parlare con se stessi, dipanare i nodi, è entrare lì ove non eravamo abituati a stare.
La sofferenza ci sarà ancora, forse anche di più all'inizio, perchè significa guardarsi allo specchio. Stare lì con il pensiero.
Ma per me è stata, è ancora la cosa giusta.
E poi cercare di distrarsi, qualsiasi cosa, cenare con gli amici, andare in biblioteca, visitare mostre, buttarsi nel lavoro, casalingo o non casalingo;
tutto serve, perchè l' attività aiuta, moltissimo. E frequentare il forum, buttarci i propri pensieri. Dialogare.
Ciao!buona notte!

navigante

Messaggi : 57
Data d'iscrizione : 18.02.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da lafenice il Mar 19 Mar - 11:49

ciao navigante, si è vero che scrivere è molto utile, non ho mai raccontato a nessuno come mi sentivo dentro di me, cosa avevo fatto nella mia vita, anche cose cattive a terzi che non avevano colpe,( nel mio caso si tratta di persone non disponibili) pur di ottenere una sola cosa: tenere con me il mio PoA. Per la prima volta l'ho fatto, ho raccontato la mia storia in privato a Luce, cercando di essere onesta quanto più possibile e devo dire che un pò mi sono liberata

lafenice

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 15.03.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da lafenice il Ven 22 Mar - 18:14

eccomi qui, dopo aver interrotto il no-contact, solo una sbirciata a fb solo quella (solo una foto del profilo nuova rispetto a una settimana fa), ma è bastato per una botta al cuore, la dose e subito l'astinenza, il pianto disperato, masochismo allo stato pure, non vedo cmq nulla perchè è privato, ecco la mia prima scivolata, non so nemmeno come è successo, per un secondo,ho abbassato la guardia e mi sono ritrovata nel suo profilo senza pensarci, che brutta sensazione, lui bello felice, chissà, si sarà dimenticato che esisto ed io ancora qui a star male per lui, oddio quanto è difficile tutto questo, quanto è difficile uscirne. Ora non posso che mettermi in un angolo, leccarmi le ferite e cercare di ricominciare il no-contact, per fortuna mercoledi ho appuntamento col Dott. Cavaliere...grazie Luce, quando ti leggo mi commuovo sempre

lafenice

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 15.03.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da violagreen il Ven 29 Mar - 18:10

Ciao! E difficile il NO CONTACT sé ancora conviviamo, ma fortunatamente, lui non c'è quasi mai a casa. Invece quando sta a casa non gli parlo, non lo guardo, e non dormiamo più insieme, lo deciso quando mi ha fatta di nuovo stare male. Sono passate 2 settimane da quel giorno, e sono contenta. Ogni giorno mi sento più forte, penso anche di meno a lui.
La cosa più difficile è che sono totalmente sola ogni giorno, perché sono lontana da casa mia, e non conosco nessuno in questa citta. Ma vivo giorno per giorno. Oggi ho fatto una lunga passeggiata nel parco, sono stata a contatto con la natura, amo la primavera, e stato bellissimo. Non mi sono sentita per niente sola o triste.

violagreen

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 08.03.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Charles il Ven 5 Lug - 21:48

Brave a chi ci ha almeno provato !

[quote="
admin"
]
Sono davvero felice che il forum sia di aiuto a molti di voi! :)
Luce[/quote]

Lo è davvero.

Charles

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 03.07.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Ospite il Ven 5 Lug - 21:59

[quote="
violagreen"
]Ciao! E difficile il NO CONTACT sé ancora conviviamo, ma fortunatamente, lui non c'è quasi mai a casa. Invece quando sta a casa non gli parlo, non lo guardo, e non dormiamo più insieme, lo deciso quando mi ha fatta di nuovo stare male. Sono passate 2 settimane da quel giorno, e sono contenta. Ogni giorno mi sento più forte, penso anche di meno a lui.
La cosa più difficile è che sono totalmente sola ogni giorno, perché sono lontana da casa mia, e non conosco nessuno in questa citta. Ma vivo giorno per giorno. Oggi ho fatto una lunga passeggiata nel parco, sono stata a contatto con la natura, amo la primavera, e stato bellissimo. Non mi sono sentita per niente sola o triste.[/quote]


è vero è difficilissimo,però a volte è un toccasana.io non lo sento da più di una settimana e stò molto meglio

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da joy89 il Sab 21 Set - 21:26

Ciao a tutte io sono nuova in questo forum..diciamo che ci sono capitata per disperazione,ma leggendo i vostri consigli e tutte le vostre esperienze ho avuto la speranza di aver trovato un modo per iniziare a superare questo brutto periodo.
Io ero fidanzata con un ragazzo dolcissimo, accanto a lui fino a due anni mi sono sentita una principessa,mi sentivo come la persona più fortunata di questo mondo. Anche lui mi amava molto,e me lo dimostrava ma dopo i 2 anni le cose sono cambiate. Lui mi ha lasciata ,continuando a dirmi che mi amava mi aveva lasciata. Abbiamo vissuto 2 anni di tira e molla,in un modo o nell'altro lui tornava sempre da me ma il più delle volte io creavo le circostanze e le situazioni affinché lui in un modo o nell'altro si avvicinasse a me. Fino ad oggi dove mi trovo nella situazione in cui ci siamo lasciati di nuovo ma io come tutte le altre volte non riesco ad accettarlo e in tutti i modi possibili "
tutti i modiiii,bugie colossali e cattive"
cerco di riavvicinarmi a lui,ma questa volta lui non sembra volerne sapere più di me. Questo mi distrugge e più vedo che lui rimane lontano e più io sento di impazzire e penso irrazionalmente ad ogno modo possibile per poterlo almeno rivedere. Ho paura! Ansi sono terrorizzata da questa mia ossessione,mi fa paura quello che riesco ad inventare pur di vederlo. Ho paura! Lui non mi ama eppure io mi umilio continuando a stare li a cercarlo e a tormentarlo. Mi rendo conto che cosi lui mi odia ancora di più e questo mi fa ancora più male. Scusate il mio sfogo,ma vorrei solo uscire da questo circolo che dura già da 3 anni..
Grazie!

joy89

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 21.09.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Linda03 il Dom 22 Set - 11:40

Ciao Joy89,
se al numero 89 corrisponde al tuo anno di nascita è una bella cosa perchè vuol dire che sei molto giovane e, capire la dipendenza a 24 anni, è un vantaggio probabilmente.
In ogni caso per ciascuno la vita ha un suo percorso e tempi propri che non possono essere paragonati con altri.
Capisco benissimo il discorso delle bugie, dalle mie parti si dicono "
balle"
, anche io ne ho dette di tante e terribili per ottenere l'attenzione che mi stava venendo meno. E sono capacissima ancora.
Siamo abituate a recitare, almeno io, fin da piccole, a recitare spesso o soprattutto con noi stesse, ci convinciamo che solo quell'amore può darci l'ossigeno ai polmoni e, senza di quello, è pura apnea.
Combatto ogni giorno anch'io come te con le stesse dinamiche cervellotiche, un allenamento alla fantasia impressionante, faticpo moltissimo, inoltre, con il pensiero, mi creo situazioni ed eventi non reali in cui sono la protagonista amata e adorata.
E' il mio modo di rispondere all'indifferenza e non solo di mio padre.
Sicuramente le radici, anche per te come per tutti, sono nella tua storia personale. Sul sito ci sono molti spunti e diverso materiale.
Ho visto poi che in diverse città italiane ci sono gruppi di auto aiuto per dipendenti affettivi.
Magari vivi in una parte dell'Italia dove ce n'è uno, prova a vedere.
Un caro saluto,
Linda

Linda03
Assistente Amministratore Servizio Accoglienza
Assistente Amministratore Servizio Accoglienza

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 27.03.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Linda03 il Mar 10 Dic - 12:28

Bello, l'ultimo post era proprio il mio..
io questo del no contact faccio un fatica bestiale, assoluta, mi sembra di scalare una montagna con i tacchi a spillo.
Forse, vado a memoria, è anche un'immagine usata dalla Norwood.
Mio Dio quanto fa male.
Alle volte mi dico che sono esagerata che i problemi veri non sono queste convulsioni mentali ma il dolore è fortissimo.
Non riesco ad andare avanti, sono in fase ossessivo-compulsivo e sento una rabbia che mi invade.
Più che consegnarla a Dio, a voi, a quel povero Cristo che mi leggerà non so cosa fare.
Sono totalmente priva di forza, la parte malata e ferita mi sta dominando.
Linda

Linda03
Assistente Amministratore Servizio Accoglienza
Assistente Amministratore Servizio Accoglienza

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 27.03.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Nina66 il Sab 21 Dic - 18:43

ciao, dopo quindici anni, per la prima volta sto sperimentando questo no contact. Non sapevo che si iniziasse da qui. Non c'è stato un giorno in tutti questi anni che non l'abbia sentito, o visto, dato che abitiamo insieme. Quest'anno il caos, altra donna, io che lo supplico di non andarsene, lui che rimane perché mi ama, io che ci metto tutta la forza che ho, e ne ho tanta... ma poco più di un mese fa crollo. L'atteggiamento ossessivo che ho avuto in tutto questo anno (pensieri ossessivi, gelosia, cambi di umore, disperazione, fasi alterne in cui sembrava che tutto fosse meglio di prima, altre che dicevo che dovevamo lasciarci ecc. . ecc. .) è peggiorato improvvisamente come un fiume in piena, senza che io potessi farci niente. Risultato: si è allontanato. L'ho portato all'esasperazione, e io uguale, non facevamo più vita. Non è vita questa. E' partito da una settimana per andare a trovare la famiglia all'estero e per staccare la spina. Ho passato una settimana a stressarlo con messaggi contraddittori, un giorno lo amavo, l'altro giorno era finita, subito dopo ancora lo amavo, e che si, capivo che aveva bisogno di stare solo, ma non ce la facevo a non scrivergli, a piangere, a stare male, a farlo stare male... fino a che due giorni fa, ci siamo sentiti al telefono, e mi ha detto che non ce la faceva più, che il mio atteggiamento l'ha allontanato e sta pensando di lasciarmi. E ha ragione, e anche io non ce la faccio più. Stranamente ho deciso che forse avrei potuto farcela. Sono due giorni che non gli scrivo. Mi sono cancellata da Facebook per evitare di vedere in continuazione se c'erano segnali di qualsiasi cosa sul suo profilo, ho cancellato whatsapp dove ci sentivamo in questi giorni, per evitare di stare con il telefono in mano e vedere se era collegato, o scrivergli. Ho momenti in cui piango, in cui vorrei scrivergli e dirgli non mi lasciare.... per ora resisto... ma il nostro rapporto è ormai compromesso, e lui è l'amore più grande della mia vita... ma forse è troppo tardi. Ma so, che indipendentemente da questo, io devo, assolutamente devo provare a migliorare per me stessa. Ci sto provando....

Nina66

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 21.12.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da nonsocomeuscirne il Dom 5 Gen - 22:31

Io pure non lo sento piu' da 4 giorni.Mi manca ancora di cancellare il suo numero di what's app e purtroppo tendo a controllare l'orario in cui si collega.Vi chiedo un grosso aiuto di darmi un consiglio: la situazione mia e sua e' chiusa, io appunto l ho esasperato, quindi lui mi ha mollata.ma la mia era una storia appena iniziata, non ho capito se questa persona mi voleva un po' di bene o no.Vorrei parlargli un' ultima volta e spiegargli tutto, ma non so se cosi' alimento la mia malattia.Prima stavo per inviargli una mail, poi ho deciso di chiedere prima a voi qui in forum.

nonsocomeuscirne

Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 29.12.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Marge981 il Ven 24 Gen - 13:38

[quote="
elena"
]"
non può essere che ha smesso di amarmi,visto che invece io sono ancora cosi pazza di lui...non troverà mai nessuna che lo ami quanto me...è solo un periodo brutto,presto capirà che possiamo ancora stare bene insieme.."

Cara Elena leggendo le tue parole ho pensato "
Cavolo...ma sono io!!"
..è esattamente ciò che sento io...ci siamo lasciati da circa un mese, anzi lui mi ha lasciata dicendomi "
vediamo come evolvono le cose"
..eppure devo costantemente fare i conti col fatto che un suo amico mi ha detto che gli ha riferito "
quando sto con lei e la bacio non provo ciò che vorrei provare"
...in maniera "
cruda"
il suo amico mi ha detto "
ti vuole bene ma non ti ama, lui vorrebbe trovare una ragazza con cui iniziare una relazione sera e che ovviamente deve anche piacergli"
...puoi immaginare il mio sconforto, la mia rabbia e la mia frustrazione venire a sapere da un altro che praticamente in tre anni di rapporto lui non ha mai provato nulla per me, che non ero degna di una relazione"
seria"
...ed eccomi qui...ancora a piangere per lui...lui che non mi vuole...

Marge981

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 22.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Marge981 il Ven 24 Gen - 13:49

[quote="
nonsocomeuscirne"
]Io pure non lo sento piu' da 4 giorni.Mi manca ancora di cancellare il suo numero di what's app e purtroppo tendo a controllare l'orario in cui si collega.Vi chiedo un grosso aiuto di darmi un consiglio: la situazione mia e sua e' chiusa, io appunto l ho esasperato, quindi lui mi ha mollata.ma la mia era una storia appena iniziata, non ho capito se questa persona mi voleva un po' di bene o no.Vorrei parlargli un' ultima volta e spiegargli tutto, ma non so se cosi' alimento la mia malattia.Prima stavo per inviargli una mail, poi ho deciso di chiedere prima a voi qui in forum.[/quote]

Cara nonsocomeuscirne...mi ci sono ritrovata molto in ciò che hai scritto...con l'ossessione whatsapp e l'esasperazione...ma nonostante tutta la sofferenza che si prova, ed io ne sto provando tanta credimi, l'unica cosa che possiamo, anzi che DOBBIAMO fare per noi stesse è lasciarlo andare...è una cosa difficilissima me ne rendo conto ma che fare? Aspettarlo? E per quanto? Questo sempre se siamo sicure che tornerà...Non so se hai letto il libro di Robin Norwood "
Donne che amano troppo"
...se non lo hai fatto ti consiglio di farlo...per me è stato illuminante sebbene molto doloroso... Fammi sapere... :)

Marge981

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 22.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Marge981 il Dom 26 Gen - 20:22

Il fine settimana è il momento più brutto...almeno per me...è il momento in cui mi manca di più ed è in questo momento che mi viene voglia di contattarlo, di sapere cosa fa ma soprattutto con chi è...è passato solo un mese eppure dal dolore che provo ancora sembra sia passato solo un giorno...continuo a rivivere ancora e ancora e ancora quel giorno...il giorno in cui mi ha detto "
non sono sicuro"
...continuo a pensare che se avessi detto o fatto qualcosa di diverso da ciò che ho detto o fatto le cose sarebbero diverse ora...lui sarebbe qui con me...

Marge981

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 22.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Alice5 il Mar 28 Gen - 22:32

cara Marge,
non tormentarti come ho fatto io da sempre!
E' una tortura, un dolore lancinante ... se io avessi fatto... se io avessi detto... Sono una specialista in questo e ci ho perso anni preziosi della mia vita.
Ora ho imparato (almeno in teoria) che quando una persona ti ama davvero, non ti lascia, Non puo lasciarti perche' non hai detto questa cosa o quella, non ti lascia perche' non hai detto la parola giusta e non ti lascia nemmeno se ne hai detta una sbagliata, perche' quando una persona ti ama ti perdona, ti accetta nei tuoi errori e limiti e ti giustifica proprio come tu faresti con lui.
Quando ci lasciano e' perche' lo vogliono. E ho imparato anche che la loro crudelta' e' talmente alta da rigirare la frittata e servirsi di una tua parola o gesto per attribuire a quel particolare tutta la responsabilita' della fine! Cosi' tu rimani li' a logorarti nella melma dei sensi di colpa e non ne esci piu' fuori. Ti prego non farlo. Chi ti ama non ti lascia! Non puo' nemmeno se volesse, perche' ti ama appunto! Il rapporto deve essere reciproco e paritario!

Ciao
Alice

Alice5
Assistente Amministratore Servizio Accoglienza
Assistente Amministratore Servizio Accoglienza

Messaggi : 148
Data d'iscrizione : 01.03.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Marge981 il Ven 7 Feb - 18:49

Ho ceduto...l'altro giorno era il suo compleanno e gli ho mandato un messaggio di auguri...gliel'ho inviato allo scoccare della mezzanotte...lui non risponde inizialmente al messaggio ma prova a chiamarmi...io non vedo le chiamate e alla fine lui mi manda un messaggio ringraziandomi del pensiero...ci scambiamo una serie di messaggi e poi in serata mi chiama...alla fine della telefonata, molto tranquilla direi, mi dice che qualche giorno prima, quando ci siamo visti in occasione di un funerale, si era arrabbiato perché io avevo tardato a salutarlo, avendo salutato ed essendomi trattenuta prima con altri suoi amici...
Ora, da un alto mi ha fatto piacere ricevere una sua chiamata...in realtà mi ha fatto piacere vedere la sua "
insistenza"
nel chiamarmi, ma dall'altro lato sono ripiombata nella solita vecchia situazione di lui che mi rimprovera...e la scema che ci rimane male sono sempre io!!!! Ma cos'ho che non va???

Marge981

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 22.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da fulvia il Dom 9 Feb - 18:41

Oggi, come del resto gli altri giorni, cercavo risposta al mio vissuto. Mi sono imbattuta e iscritta a questo forum perché solo oggi ho preso consapevolezza di avere questo tipo di malattia.
Non è un bel momento: pensare, che la persona che ami prima o poi possa tornare, di vivere ogni giorno con questa speranza in mezzo ad un oceano di pensieri ossessivi e trovarmi oggi a capire che sono dentro ad una dipendenza. E' durissima, sono tre mesi che entrambi abbiamo sospeso ogni tipo di comunicazione. Io sbircio in fb dove lui non entra mai, ma i suoi amici mettono foto in cui a volte c'è anche lui. Su una di queste ho visto la donna con cui ora convive. Mi chiedo se ne verrò fuori, se riuscirò a superare le crisi di astinenza. Credo che scrivere qui sia già una buona cosa: ammettere a se stessi di esserci dentro fino al collo spero possa aiutarmi a dare una svolta ad un dolore così profondo che se uno non lo vive non può capire.

fulvia

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 09.02.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Mer 12 Feb - 18:58

Ciao Fulvia,
benvenuta! Hai ragione, l'inizio è ammettere di avere una dipendenza.
Ora il viaggio è iniziato. Devi imparare a conoscere te stessa e capire che l'unico Amore che può riempire il tuo vuoto e placare il tuo dolore è l'Amore infinito che ti ha creata e ti vuole felice e completa.
Qui ci sono i 12 passi online, puoi continuare a parlarci di te e leggere molte informazioni utili su questo tipo di dipendenza, libri consigliati qui sul forum.
Se vuoi scrivi un po' della tua storia nella sezione nuovi arrivati.
Un abbraccio, FORZA!

Luce <img src=" title="Smile" />

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Marge981 il Sab 1 Mar - 18:43

Cedo...sempre...Io cerco di non contattarlo, è dura perché il mio pensiero vola sempre lì, ma lui sporadicamente mi chiama ed io cedo e gli rispondo, parliamo del più e del meno e dopo ogni telefonata dopo il primissimo secondo di euforia iniziale cominciano le palpitazioni, i film mentali, le paranoie...i dubbi esistenziali.
Così come accaduto qualche minuto fa...una telefonata di un'ora circa a parlare del più e del meno al termine della quale io spero che lui mi chieda di vederci e...non accade mai!
Com'è che si supera una cosa del genere? Lo so che paragonato a problemi di gran lunga più gravi dei miei questo sembra un'inezia...se mi guardassi e sentissi dall'esterno mi prenderei a parolacce...dal di fuori sembra tutto così più chiaro...eppure eccomi qui...ANCORA qui, direi, ad aspettare...sono stanca! Possibile che non riesca a farmi amare? Sono così sbagliata?
E poi non so se sia normale...alterno momenti di relativa calma a momenti di disperazione più totale...è logorante...ti svuota dentro!

Marge981

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 22.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Linda03 il Mar 4 Mar - 17:13

Ciao a tutte,
è un pò di tempo che non scrivo, mi spiace molto di non riuscire a dare il contributo che vorrei..
scrivo in questa sezione perchè per me rappresenta lo zoccolo (sì, ancora e me ne vergogno) da superare. Il giro di boa che devono fare prima o poi tutti.
Vivo come tutte voi una profondissima difficoltà a non contattare.
Mi aiuto con la preghiera, mi sforzo ma posso rienrare da una messa, o dopo aver recitato altre preghiere (anche con il cuore non in modo mnemonico e basta) che nel giro di due secondi invio un messaggio, gli sms sono lamia catena.
Sembra uno stato di raptus improvviso.
Boh..non voglio giustificarmi perchè sono convinta che di fondo ancora non lo voglio.
Sto continuando a frequentare il gruppo di auto aiuto e lo conisglio a tutte/i se potete, leggo forse un pò meno di prima, e il lavoro sui passi non è costante, forse qualche passettino c'è per quanto non smetta di contattare del tutto, ma è piccolissimo e comunque lontano dall'amore sano per me.
Vi penso e vi leggo anche se non scrivo, siamo davvero in tantissimi a soffrire in modo che non meritiamo, dobbiamo credere e volere che può finire.
Un caro abbraccio
Linda

Linda03
Assistente Amministratore Servizio Accoglienza
Assistente Amministratore Servizio Accoglienza

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 27.03.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da ForEver il Ven 27 Giu - 13:29

Ciao a tutti sono nuovo..

Sette anni .... di cui 3 meravigliosi
e gli ultimi 4 terribili ... tanto che tutte le discussioni hanno creato pure una situazione di non attrazione per la mia POA
quindi pochissimo sesso e di scarsa qualità.

dopo l'ennesima litigata ho girati i tacchi
dopo 3 gg ero al telefono a chiederle di prendersi una pausa
ma la sua insofferenza mi innervosiva e dopo 17 gg dal ns ultimo incontro è incominciato il mio NoContacts.
oggi sono al mio 45 giorno di silenzio...

Arrivano delle bolle di ansia incredibili..... le classiche sirene di Ulisse...
ma resto legato.... al mio sacro NOCONTACT
Dignita' non si supplica l'amore ........
ma nel cuor del mio EGO ......il desiderio di RIVALSA è enorme....vorrei che mi chiamasse per non rispondere e che soffrisse per quello che mi sta facendo pagare..

ForEver

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 27.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Marge981 il Lun 30 Giu - 13:14

Con oggi sono 50 giorni di No Contact.
Vorrei poter festeggiare perché significherebbe che sono sulla via della guarigione, ma non posso perché spero sempre che lui possa tornare da me. Continuo a sperare che questo suo silenzio significhi che si stia prendendo del tempo per pensare, e che se così fosse capirei anche se volesse "
conoscere"
qualcun'altra, perché così capirebbe che sono io quella con cui vuole stare. Nel frattempo le mie giornate passano e mi "
trapassano"
senza che io abbia la forza di fare altro...anche semplicemente chattare, parlando del più e del meno, con un amico o un conoscente lo vedo come un tradimento nei suoi confronti, mi salgono dei sensi di colpa incredibili.
Quanto di vero c'è nella frase "
lui/lei non ti merita"
? È davvero così?
Anch'io come ForEver avverto questa voglia di rivalsa e anch'io come lui spero sempre e con trepidazione che mi chiami per non rispondere o per dirgliene quattro. Non so quanto possa esser di conforto una cosa del genere anche e soprattutto perché mi è stato pure detto "
lui non ti vuole!"
. So che non si può piacere a tutti, ma quando lui descriveva il suo ideale di donna io mi ci rivedevo in tutto o quasi tutto...o forse ero solo io che volevo che fosse così?
Scusate il mio lamentevole sfogo, sono ripetitiva e completamente dipendente da questo soggetto me ne rendo conto.

Marge981

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 22.01.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da MARTA il Sab 2 Ago - 16:56

La regola del "
no contact"
mi sembra un pò dura per chi è innamorato.
E' pur vero, però, che rimanere cristallizzati in una situazione sbagliata ti distrugge e ti mortifica.
Non è un caso che la vita mette a dura prova chi ha paura di troncare con una persona sbagliata...
Ma staccarsi da una persona non giusta è poca cosa se non si capisce cosa c'è che non va in sè stessi .
Nel mio caso, preciso che ho avuto una precedente storia finita solo quando ho avuto la forza di uscire dal tunnel. Ora mi ritrovo nella medesima situazione:
cambia la persona che incontri, ma se non si capisce cosa porta ad attaccarsi ad un estraneo, sarà un ripetersi di situazioni già vissute, perchè nessuno conosce nessuno se non sè stesso....

MARTA

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 02.08.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 9 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum