La regola del NO CONTACT

Pagina 3 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Sab 24 Mar - 18:48

Promemoria primo messaggio :

Una delle prime regole da imparare nel recupero da dipendenza affettiva è quella del "
No contact"
, cioè "
Nessun contatto"
.
Dobbiamo interrompere qualunque contatto con la persona da cui siamo diventati dipendenti. Nessun contatto significa nessun contatto quindi stop agli sms, alle mail, alle telefonate, agli incontri, ai messaggi su facebook, e abolire il cyberstalking cioè le sbirciate sul web al suo profilo, alle sue foto, al suo sito. Insomma ogni contatto deve essere interrotto, compresi i segnali di fumo....
Ho conosciuto persone, me compresa, che hanno impiegato anche molti mesi prima di eliminare la compulsione a visitare il profilo della persona da cui erano dipendenti dopo aver eliminato tutti gli altri tipi di contatto. Comunque qui diciamo "
progresso, non perfezione"
, si cambia poco alla volta, un giorno alla volta. Può volerci del tempo per cambiare le vecchie cattive abitudini ma l'importante è arrivare alla meta. Ricordatevi che il no contact è come una medicina per il dipendente affettivo. Come il drogato deve affrontare l'astinenza da droga e l'alcolista deve rimanere sobrio, noi dobbiamo privarci del contatto con la persona da cui siamo dipendenti.


NO CONTACT = NIENTE PIU' DOLORE

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso


Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Mer 22 Ago - 0:23

Io credo che accanto ad una dipendente ci sia sempre un una persona ambigua.
Giocano sull'ambiguità.
Il silenzio è una delle loro armi migliori, è devastante, io ho pianto interi pomeriggi perchè il suo silenzio mi faceva sentire senza vita, non essendo viva per lui ero morta.
Lui mi ricordava che io sono viva, la sua presenza, il suo ascoltarmi e il suo amarmi anche solo per una notte.
E dopo tanta condivisione meravigliosa dei reciproci mondi interiori lui fuggiva, ultimamente sempre, a gambe levate, incapace di toccarmi per darmi un buffetto sulla spalla, io a piangere e lui a non riuscire a gestire tutto quello che stava succedendo.

Il no contact è fondamentale per tornare su di noi.
Il mio no contact perentorio ora è quello fisico ( non sento desiderio nei suoi confronti in questo momento ).
Manca la parte "
affettiva"
di no contact, quel parlare continuo, quella connessione continua.

E poi il no contact sarà dentro al nostro cuore.

Lo dobbiamo chiudere dentro ad uno scrigno come il mio PoA ha fatto con il suo cuore ( cit. da PoA ).

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Mer 22 Ago - 0:55

Io credo che il mio Poa ed io siamo stati sempre su due piani diversi, non c'è stata relazione. C'era lui che ha sempre vissuto nella realtà, nel mondo della logica e della razionalità ed ha portato avanti normalmente la sua vita ed io che per anni sono stata, senza esagerazione, malata di mente. Completamente annebbiata, arsa da una passione divorante, schiava delle mie fantasie o meglio deliri. La dipendenza affettiva si manifesta in molti modi diversi. Io ero quella che Susan Peabody classifica come Torchbearer (lett. portatore di una fiamma), è il tipo di dipendente affettivo che delira, che vive fuori dalla realtà, che si nutre dei suoi sogni, che vive in uno stato di "
limerence"
, uno stato di confusione, desiderio, illusione, una febbre che confonde, esalta, isola dal mondo e fa vedere il Poa come l'unica cosa davvero reale nella vita.

Se è vero che inizialmente sono stata corteggiata dal mio Poa, è anche vero che appena ha saputo che non ero libera si è tirato indietro. No, non ha mai manipolato nulla. Credo mi abbia compatita, che magari a volte abbia riso o sorriso della mia insistenza, credo che in alcuni momenti si sia sentito perseguitato. Credo ci sia questo dietro il silenzio, non la crudeltà.

Bene, l'arringa difensiva del mio Poa è finita ;<br />)

Ora posso aggiungere che sono contenta che il Poa se ne stia lì buono e congelato nel suo minuscolo angoletto. Sono contenta che ora la mia mente è libera, piena di idee e di entusiasmo e che il mio cuore riesca ad amare di nuovo davvero, di quell'amore che non ferisce, di quell'amore che è dare, disinteressatamente, un amore limpido, onesto, generoso.

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Mer 22 Ago - 1:03

Quel agognato silenzio cui tutte noi dovremo arrivare.
Il silenzio dei pensieri per lui, il silenzio-congelamento dei sentimenti, il silenzio come quiete, non come tattica, non come aspettativa di qualcosa.

Il silenzio.

In musica senza il silenzio fra le note, non ci sarebbe musica.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Mer 22 Ago - 1:14

...E ci arriverete! Un giorno parlerete ad un'amica dipendente affettiva e le descriverete questo meraviglioso, pacifico silenzio, riempito soltanto dal rumore della vostra vita piena e felice.

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Paoletta il Mer 22 Ago - 12:37

Già i silenzi...questi silenzi che uccidono, questi silenzi in cui te lo immagini con altre donne, felice a ridere di te. Io ho avuto l'impressone di essere accantonata come una scarpa vecchia, ma poi mi sono resa conta che scarpa vecchia era come mi sentivo io. sono io che mi sottovaluto che non mi amo abbastanza e tutto questo lo voglio chiedere a lui, lui mi conferma. E' vero pure comunque che come dice Liliht che questi uomini non sono poi uomini così equilibrati come li vogliamo dipingere noi! Sono ambigui, il mio è tornao dopo 2 mesi per un we dicendomi "
ti sento ancora molto dentro"
e poi è scomparso il lunedi come se niente fosse....oltretutto lasciandomi con i sensi di colpa perchè a cercarlo sono stata io! insomma noi ci mettiamo del nostro ma loro non ci aiutano di certo! Poi arriva il momento in cui quel passetto di non cercarci più lo fanno e noi cadiamo nella disperazione di non valere niente,non accettiamo il rifiuto e allora sono dolori! insomma certe volte mi sembra un vortice da cui è difficile uscire fuori! eppure stiamo parlando di amore..tutto dovrebbe essere "
semplice"
!

Paoletta

Messaggi : 73
Data d'iscrizione : 15.05.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Mer 22 Ago - 21:50

Il silenzio dopo il mio contatto...un ti voglio bene e stop.
Ecco che si scatena di nuovo l'inferno che avevo dimenticato.
E' inferno quando mi dice che non se la sente di avere una storia diversa, è inferno quando mi parla tutto il giorno, estasi ma quando ci diciamo ciao ritorna l'inferno perchè le cose non sono come vorrei, è l'inferno quando lui se ne sta in silenzio.
E' inferno ed io mi sento strappare il cuore e piango e mi dispero e le pareti e tutto intorno diventano nere.
Sono completamente immersa in quello che Tolle chiama "
il corpo di dolore"
.
Io sono nel corpo di dolore, una bolla di dolore.
Poi passa.....un po si placa...

Perchè l'ho ricontattato?.
Avevo bisogno dell'ennesima conferma del suo rifiuto?.
Speravo che in questi 18 giorni gli fosse caduta una tegola in testa e mi dicesse "
sì, sono malato e adesso non scappo per quella che sarebbe l'ottava volta dalla terapia!"
.
Sì, speravo nel miracolo della sua guarigione che è la mia.
Ed è quì il grande bluff.

Io guarisco, lui no.
Io vivo nell'inferno, lui si fa di donne, io mi faccio di lui ma io voglio uscirne, lui no!.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Gio 23 Ago - 6:31

Eh, sì, Lilith, rompere il no contact riapre ogni volta la porta del dolore. Il fatto è che noi in poco tempo dimentichiamo quel dolore e spesso ricadiamo nell'errore di rompere il nostro no contact.
Cerca di razionalizzare questo dolore e di ricordarlo la prossima volta che avrai la tentazione di chiamarlo.
Stai andando avanti, stai facendo prrogressi. Uno slip non annulla tutto il lavoro fatto prima, è solo una scivolata, basta rimettersi in piedi!

[size=150:3vk3b]No more contact - no more hurt

[size=150:3vk3b]Niente contatto - niente dolore

Luce

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Gio 23 Ago - 9:06

Ogni volta me ne dimentico, poi mi ricordo come sto.
Non mi giudico per quello che ho fatto, la decisione mia e solo mia di non vederlo è un passo che ho scelto nemmeno due mesi fa e questo è un altro scoglio importante da superare, non parlargli più.
La nostra relazione era basata moltissimo sulla parola per cui sì, è molto difficile ma non impossibile.
Ieri ho "
toccato"
per così dire la dose e mi ha fatto male immediatamente.
Sono troppo coinvolta per non reagire al suo silenzio.
Il tempo mi aiuterà, insieme a tutti gli altri strumenti che sto utilizzando.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da violarancio il Gio 23 Ago - 9:54

Ciao Lilith, continuo a stupirmi della somiglianza di tutte le nostre storie. La somiglianza dei nostri Poa. Sì, sono ambigui...ed è questa ambiguità che ci tiene ancora di più legate. Condividere momenti e darsi tutto, per poi vederli andare via senza neanche, come dici tu, un buffetto sulla spalla. Ma come? 2 minuti prima era l'estasi, poi più niente. Il mio Poa sembra trasformarsi quando deve andar via. all'improvviso sembra un estraneo, le parole faticano ad uscirgli dalla bocca, anche perun "
ciao ci sentiamo dopo"
.
ti abbraccio

violarancio

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 30.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Gio 23 Ago - 10:13

Sì violarancio, sono tutti fratelli dello stesso male come noi siamo tutte sorelle del medesimo male.
Anche io leggendoti e leggendo altre storie penso che siano tutti figli della stessa madre questi ragazzi.
Non a caso sono due manchevolezze che si incontrano.
Sono evitanti come mi pare scriveva Paoletta, oppure nel contempo hanno sviluppato anche loro una dipendenza da sostanze o da sesso come sto cominciando a capire abbia fatto il mio di PoA.

La strada è quella della guarigione.
Noi dobbiamo pensare alla nostra e se loro guariranno potremo forse un giorno incontrarci di nuovo se c'è qualcosa di bello fra noi, altrimenti no.

Io non predico il futuro e non voglio sperare in miracoli che non si chiamano miracoli ma sono semplicemente esigenze di trasformazione.
La nostra è ormai un esigenza perchè tutto questo male ci sta rovinando.
La "
loro"
?.
Loro diritto scegliere il libero arbitrio.
Anche su questo dovremmo parlarne, noi, noi che li vogliamo salvare (...........).

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da admin il Gio 23 Ago - 10:18

Per Lilith, è vero, ogni volta che si "
tocca"
la dose si ritorna nel vortice (dolore, paura, vergogna, colpa,....)Anche io che ho un no contact lunghissimo, se lo rompessi, per quanto io ora mi senta forte e "
sana"
, correrei il pericolo di ritrovarmi immersa nel dolore e nella confusione, anche se tutto il lavoro fatto non sarebbe sprecato, io se riprendessi la strada sbagliata mi perderei di nuovo.

Il no contact è lo strumento più importante che abbiamo per uscire dalla dipendenza, è la nostra sobrietà. Ci "
pulisce"
ogni giorno, ci dà chiarezza di pensiero, ci dà rispetto per noi stessi, ci rafforza l'autostima, ci dà dignità.

Tuttavia durante il recupero, specialmente all'inizio è normalissimo fare scivolate (slip). Fa male ma bisogna ripartire subito e continuare il cammino. Siamo sempre più forti, il progresso fatto non si perde per un errore.


Per Violarancio: E' così, le dinamiche sono sempre le stesse, sono state studiate ed approfondite. Accedere a queste conoscenze (Grazie Susan Peabody ed altri)! ci fa capire cosa accade in noi. [size=150:2qkfx]Sapere è Potere, conoscere il nostro male ci rende molto forti verso di lui, la conoscenza ci dà anche la soluzione. E' importante essere informati. Ho ancora tanto materiale da tradurre per voi! datemi solo un po' di tempo!

Luce

admin
Amministratore e Step Sponsor
Amministratore e Step Sponsor

Messaggi : 892
Data d'iscrizione : 05.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da lorenza1980 il Gio 23 Ago - 17:14

Ieri ho ceduto alle richieste di mia madre... ebbene mi sono fatta tanto male.. cerco di stare serena e tranquilla poi tutti i miei sacrifici e il mio impegno svanisce ... lei per me è una droga.. solita storia si serve di me ed io come una stupida ci casco e poi mi prende in giro quando qualcuno dei miei fratelli la degna di considerazione... mi sento in colpa con me stessa perchè non sono cosi brava a tenerla distante... so benessimo quanto mi ferisce e quanto impegno per rialzarmi.. oggi mi sento a pezzi e come se ogni volta mi ritrovo al punto di partenza... quando imparero a non farmi abbindolare? .....

lorenza1980

Messaggi : 143
Data d'iscrizione : 29.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da penelope il Gio 23 Ago - 17:35

cara Lorenza, la dipendenza dai genitori è la più difficile delle battaglie. E' la madre di tutte le dipendenze, devi ritenerti soddisfatta di quello che sei già arrivata a fare..ogni singola goccia è importante per l'oceano...

penelope

Messaggi : 172
Data d'iscrizione : 06.06.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Gio 23 Ago - 20:47

Mi devo confessare, giusto?.
Oggi ci siamo rivisti.
Dopo l'ennesima mail gli ho detto che bisognava parlare e lui mi ha detto che sarebbe passato da me.
Poi ha detto no, perchè sarebbe stato l'ultimo sorso, l'ultimo giro di gettone, l'ultima sniffata etc etc etc....pensando a quello che facciamo ogni volta che ci vediamo da due anni a questa parte!!!!!!!.
Parlava per entrambi visto che siamo arrivati alla conclusione che ha sviluppato una dipendenza sessuale.

Abbiamo parlato, un solo bacio, niente altro.

Non vi scrivo la natura della conversazione anche se il tema è lo stesso da anni.

Ne con te ne senza te.

Come mi sento?.
Sento calma dentro, niente ansia, niente ebbrezza, niente di niente.

La calma dopo la dose presumo.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lavanda il Lun 10 Set - 18:50

Non credo di riuscirci, mi sento completamente svuotata.. quando non lo sento per un po' mi viene nausea, mal di testa, ossessione.. come posso fare? ti prego, dammi qualche suggerimento.. prima di decidere di interrompere la frequentazione ( qualche giorno fa) ho preso una serie di decisioni per trovare forza.. cambio look, cambio lavoro, ho preso un cagnolino.. nuove amicizie.. davvero, mi sono impegnata.. dopo mesi di sofferenza ho detto basta! ma sto male.. terribilmente..

Lavanda

Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 10.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Lun 10 Set - 19:01

Siamo messe tutte molto male... qualcuna è più avanti nel cammino ed ha avuto forza tale da avere no contact lunghissimi, vedi la cara Penelope, altre non ce la fanno, altre ci provano poi cadono, altre hanno diminuito.
Non ce la facciamo, ce la faremo.

Per qualcuno è più difficile perchè dall'altra parte ci sono personaggi ambigui, molto ambigui, perchè siamo sensitive, sentiamo la loro non completa chiusura e questo ci confonde.

Ci sono molti uomini che tengono aperte le porte, piccoli spiragli ma li tengono aperti.
E lì noi ci perdiamo.
Io mi perdo per lo meno.

E' più facile quando dall'altra parte abbiamo dei bei muri, quando dall'altra parte si sono rifatti una vita e sono coerenti.
E' più facile.

Quando abbiamo a che fare con il super merda, beh, auguri.
Non ci basta sapere che è super merda perchè noi vediamo la sua parte bella.
A fronte di quella c'è un mondo orrorifico.

Belli a metà.

Per ora io sono nel pantano.
Non ho smesso di mandargli le mail ma ho smesso di vederlo e di telefonargli o mandargli sms.
Ma sono ancora lontana dal no contact.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da violarancio il Lun 10 Set - 23:38

Lilith, anch'io ho smesso di vederlo e di mandargli sms. Ma non riesco a smettere di comunicarci via mail. Oggi l'ennesimo mio "
no"
ad incontrarlo, ma quando dico di no lui si fa più insistente, mi tenta, mi cerca di continuo, mi lusinga.
Oppure fa l'offeso e non mi cerca più, non mi risponde alle mail, sparisce da dove sa che io posso trovarlo. In entrambi i casi mi fa impazzire, mi fa arrabbiare, mi fa venire voglia di vederlo, abbracciarlo, strattonarlo. Quest'ambiguità mi distrugge e mi lega sempre più a lui, con nodi stretti e sempre più intricati.
Un abbraccio

violarancio

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 30.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Mar 11 Set - 9:15

Come ti capisco, anche io sono divisa fra sentimenti di rabbia e desiderio.
E questi pensieri mangiano tutto il resto e rimango intrappolata mentalmente in questa storia.
E' molto difficile chiudere con le persone ambigue, dobbiamo fare molto noi, tutto direi.

Se lui continua a cercarti nonostante le tue intenzioni sono diverse dalle sue è disonesto ma non conosco la tua storia e spesso noi diamo segnali contrastanti, come fanno loro.
Noi però siamo la parte "
debole"
, io per lo meno sono la parte debole ed è più difficile essere perentorie ma a questo dobbiamo arrivare, e dobbiamo arrivare al no contact.

Lo dicono tutti sul forum e non solo sul forum, evidentemente è la cosa migliore, pare sia proprio funzionale alla guarigione, è che noi forse non vogliamo "
guarire"
fino in fondo.
La volontà non basta.

Coraggio, che arrivi presto il giorno del no contact totale.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lavanda il Mar 11 Set - 12:25

Come vi capisco ragazze.. a volte penso che se lui mi dicesse.. "
basta, è vero, non me ne frega nulla di te.."
sarebbe tutto più facile.. invece si giustifica, si scusa, si mostra dispiaciuto per il suo comportamento altalenante.. per i suoi raptus di freddezza, per quei momenti in cui sente un reale bisogno di allontanarmi.. perchè si sente spaventato, così dice.. e io mi frantumo il cervello e il cuore a pensare che forse è colpa mia, che dovrei rassicurarlo, che dovrei pazientare.. che una donna sa aspettare, non batte i pugni e si dispera perchè non ha ciò che vuole ma sa meritarselo, sa guadagnarselo. e io no.. così mi sento non all'altezza.. e in gabbia..

ho deciso di non scrivere più.. e questa volta voglio portare avanti la promessa.. con me stessa..
basta, ci vuole taglio netto.. taglio decisivo.. è solo tempo perso, vita persa, ragazze..

ce la possiamo fare, ce la dobbiamo fare.. c'è in gioco il nostro presente, il nostro futuro.. la nostra vita... ci siamo noi in gioco..

Lavanda

Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 10.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Mer 12 Set - 22:44

Oggi non gli ho scritto e sto meglio.
Sto meglio perchè mi sono anche attivata un pò più del solito.
So che quando gli scrivo poi sto male.
Questa relazione è nella mia mente ormai perchè non accetto più di essere una delle tante anche se sono quella che tutto sa, quella speciale, quella che......
Quella che gli mette uno specchio davanti e che riflette ciò che lui non vuole vedere.
Ma non parliamo di lui.

Se smetto penso che si dimenticherà di me che sarebbe pure una benedizione.
Se smetto muore perchè la dipendenza affettiva ti fa sentire la morte dell'altro se non c'è e la tua di morte se non ti struggi per lui.

Questa volta è pesante, è nella mente, è strisciante, è nel tempo in cui ho dovuto vivere tante prove difficili.
Sono più fragile, per questo fatico, fatico perchè la mia vita non mi piace così, perchè voglio realizzare il mio ego, me stessa ed in questo momento per molti motivi non ho stimoli ed obiettivi concreti.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da nikita73 il Dom 30 Set - 16:02

E già ben detto Lilith, un silenzio senza aspettative... sarebbe già un bel risultato... ma finché ci sarà anche la più piccola speranza che lui torni, anche il silenzio e quindi lo sforzo di non contattarlo sarà solo un tentativo di riportarlo a sè....... e io me ne rendo conto di questo perché quando magari riesco a non mandargli messaggi per un giorno o due poi ci sto male perché non ho ricevuto nessuna risposta.... il che significa che nutrivo un' aspettativa nei suoi confronti..... Spero che arrivi presto questo silenzio perché certe volte mi sembra di impazzire.

[quote="
Lilith"
]Quel agognato silenzio cui tutte noi dovremo arrivare.
Il silenzio dei pensieri per lui, il silenzio-congelamento dei sentimenti, il silenzio come quiete, non come tattica, non come aspettativa di qualcosa.

Il silenzio.

In musica senza il silenzio fra le note, non ci sarebbe musica.[/quote]

nikita73

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 28.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da nikita73 il Dom 30 Set - 16:19

E' vero sono uomini ambigui, ma forse la loro ambiguità sta proprio nel fatto di non essere equilibrati emotivamente così come non lo siamo purtroppo noi donne dipendenti.... magari anche loro ci vedono ambigue: da una parte amorevoli e dall' altra "
manipolatrici"
... purtroppo la nostra problematicità ci conduce verso persone altrettanto problematiche..... Anche io mi sono sentita "
usata"
da lui, presa e messa da parte a suo comodo, e più di una volta.... e hai detto bene anche noi ci mettiamo del nostro. E' importante assumerci la nostra parte di responsabilità senza farcene una colpa, è importante esserne consapevoli per non cadere nella trappola del "
vittimismo"
, per cui lui è l' infame (beh cmq un po' lo é :) il carnefice e noi le vittime.

[quote="
Paoletta"
]Già i silenzi...questi silenzi che uccidono, questi silenzi in cui te lo immagini con altre donne, felice a ridere di te. Io ho avuto l'impressone di essere accantonata come una scarpa vecchia, ma poi mi sono resa conta che scarpa vecchia era come mi sentivo io. sono io che mi sottovaluto che non mi amo abbastanza e tutto questo lo voglio chiedere a lui, lui mi conferma. E' vero pure comunque che come dice Liliht che questi uomini non sono poi uomini così equilibrati come li vogliamo dipingere noi! Sono ambigui, il mio è tornao dopo 2 mesi per un we dicendomi "
ti sento ancora molto dentro"
e poi è scomparso il lunedi come se niente fosse....oltretutto lasciandomi con i sensi di colpa perchè a cercarlo sono stata io! insomma noi ci mettiamo del nostro ma loro non ci aiutano di certo! Poi arriva il momento in cui quel passetto di non cercarci più lo fanno e noi cadiamo nella disperazione di non valere niente,non accettiamo il rifiuto e allora sono dolori! insomma certe volte mi sembra un vortice da cui è difficile uscire fuori! eppure stiamo parlando di amore..tutto dovrebbe essere "
semplice"
![/quote]

nikita73

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 28.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Vittoria solare il Dom 30 Set - 17:13

SI', TUTTO DOVREBBE ESSERE SEMPLICE SE COMINCIAMO PRIMA AD AMARE NOI STESSE, POI GLI ALTRI!

Vittoria solare
Consulente e Formatore
Consulente e Formatore

Messaggi : 341
Data d'iscrizione : 08.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da nikita73 il Lun 1 Ott - 15:56

Già, sarebbe tutto più semplice... ma non per noi che camminiamo su un terreno minato.... Oggi ho fatto una cavolata grandiosa... dopo essere stata brava, anche se solo per un giorno, oggi gli ho mandato di nuovo una serie di messaggi............. ovviamente senza risposta..... e ci sto molto male!!! ,^^
Ma non c' è un modo per mandare in corto circuito il cervello e per far cessare questa ostinata ossessione??!! :(

nikita73

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 28.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lavanda il Lun 1 Ott - 18:39

Loro hanno bisogno di noi.. Di sapere che noi soffriamo per loro.. che noi ci siamo sempre..
Il no contact e' l'unica strada che ci rimane.. Per depurare noi stesse! in cuor mio spero che non avendo mie notizie si preoccupi e capisca che gli manco..ma so che non sara' cosi..
Soffro come un cane perche mi ha lasciata nelle sabbie mobili.. Senza risposte, senza chiarimenti.. si e' presentato al lavoro, mi ha scritto da fuori l edificio e quando gli ho chiesto xche non entrava mi ha risp che già ci aveva messo mezz ora x decidere di venire.. Quando gli ho chiesto perche.. Non ha risp.. Lui dice che ha paura., che nom riesce a fidarsi.. che una parte di lui mi vuole e l altra no.. Cosi alterna attenzioni ad umiliazioni.. sono stanca.. Non e' giusto

Lavanda

Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 10.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da nikita73 il Lun 1 Ott - 21:24

vorrei riuscire anch' io a non contattarlo ma c' è sempre una parte di me spinta a scrivergli qualcosa.... che poi alla fine sono cose dette e ridette.... sento una tensione tremenda nella gola, a volte nello stomaco... ma voglio assolutamente riuscire a non contattarlo più anche perché non c' è risposta da parte sua e quindi oltre che a fare solo del male a me stessa, così gli dimostro solo che mi tiene in pugno.
A volte quando mi faccio prendere dalla rabbia penso che sia solo un paravento.... ma obiettivamente anche loro hanno dei disagi da risolvere, delle "
anomalie"
da riparare... però purtroppo non siamo noi a poterle riparare anche se vorremmo tanto.

nikita73

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 28.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Lun 1 Ott - 21:57

Io ci ho provato tante volte ma non è mai stato risolutivo, cioè uno dei due l'ha spezzato.
Questa volta però gli ho detto che è importante che non si faccia sentire e gli ho detto che se dovessi ricontattarlo e ricattarlo come spesso faccio, non dovrà cadere nel ricatto.
Io a lui ho spiegato tutto e ho spiegato che il no contact è la medicina per guarire.
Sono stata sincera e sono certa che lui mi aiuterà.
Sapere che eventualmente io dovessi ricaderci e il suo silenzio è un silenzio che ho richiesto io mi fa sentire meglio.
Il silenzio è distruttivo ma se tu chiedi il silenzio lo vivi meglio.
Io le sto provando tutte.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da nikita73 il Lun 1 Ott - 22:18

forse lilith sei avanti rispetto a me, hai avuto il coraggio di chiederlo il silenzio, io invece pretendo ancora una risposta da parte sua.... Poi ci penso e mi dico: ma che cosa può mai rispondere dopo che gli mando una sfilza di messaggi uno dietro l' altro, come in preda ad un raptus, e magari nemmeno tanti piacevoli da leggere.... ma a quel punto ormai il danno è fatto!! La verità è che io spero sempre che lui torni e questa volta con intenzioni più serie, anche se lo so che non è così e che dovrò eliminare questa maledetta speranza :/

nikita73

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 28.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lilith il Lun 1 Ott - 22:36

Sono arrivata a fargli cambiare numero di telefono, so di cosa parli quando parli di raptus.
Le colpe sono a metà, un ragazzo normale risponderebbe subito ma un ragazzo sano non sarebbe un evitante come loro e noi siamo dipendenti, almeno dipendenti da queste situazioni.
Io ho perso le speranze perchè è andato a vivere con la sua ragazza ma la verità è che è una convivenza che si fonda sulla sabbia però una scelta l'ha fatta, certo non conta che non me lo abbia detto lui ed abbia negato?.
Ambiguità è la parola chiave che leggerai ovunque sul sito.
E "
FATTI"
è un altra bella parola che dobbiamo far diventare nostra.

Standogli attaccate come delle cozze peggioriamo ogni cosa.
Io sono stata tacciata di insistenza ed una delle ragioni per cui non sta con me è per via della mia insistenza.
Se fossi meno sicura e meno sobria ti direi che ha ragione, certo che ha ragione ma è una spirale senza fine, un cane che si morde la coda perchè questa insistenza che tanto odiano è una dinamica che producono loro.

Io ti consiglio quello che è stato consigliato a me e che non ho mai seguito.
Stop.
No contact.

Ma è una spinta che ti deve venire da dentro.
Se aspetti una risposta procastinerai in eterno, se aspetti la sola volontà non ce la farai.
Deve scattare qualcosa.

Scatterà, scatta a tutti prima o poi.

Lilith

Messaggi : 202
Data d'iscrizione : 15.07.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Lavanda il Mar 2 Ott - 10:15

FATTI!!
Hai ragione.. bisogna attenersi a questi.. Che parlano chiaro e non lasciano spazio ad illusioni..
Che tristezza pero'.. Che fatica.. Ma la questione e' che non ci vogliono, non ci amano, non si preoccupano per noi..
bisogna stringere i denti, far fronte alle crisi d astinenza e andare avanti.. Sono -5! Voglio farcela!

Lavanda

Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 10.09.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La regola del NO CONTACT

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum